Al supermercato quali alimenti scegliere? Leggere l’etichetta degli alimenti ed evitare conservanti artificiali.

Al supermercato quali alimenti scegliere? Leggere l’etichetta degli alimenti ed evitare conservanti artificiali.

 

Supermercato e alimenti: scelte SI e scelte NO! Tra vari additivi e conservanti aggiunti agli alimenti, cerchiamo l’etichetta corretta imparando quali sono le scelte giuste per stare in salute.

Al supermercato quanto è importante scegliere l’etichetta e quindi gli alimenti giusti? Tra la miriade di additivi e conservanti negli alimenti impariamo quali sono le scelte consigliate per una sana alimentazione.

Tra la moltitudine di prodotti che troviamo quotidianamente al supermercato c’è davvero l’imbarazzo della scelta, ma siamo sicuri di fare scelte consapevoli quando scegliamo cosa mettere nel carrello?

Segui queste regole affinché la tua spesa sia una spesa vincente!

Al supermercato gli alimenti giusti per ogni reparto!

Partiamo dal:

Reparto ORTO-FRUTTA:

  • SCELTE SI: Via libera a tutte le verdure e la frutta di stagione possibilmente bio, l’obiettivo da raggiungere quando acquistiamo questa classe di alimenti è fare il pieno di fibra per la corretta regolarità intestinale, assumere in modo naturale vitamine preziose per i processi del nostro organismo, provare i mille sapori della frutta senza limitarsi alle solite mele, pere e banane.

 

  • SCELTE NO: Scelte sconsigliata la frutta conservata in quanto le scatole di frutta conservata contengono zucchero e conservanti.

Reparto BEVANDE:

  • SCELTE SI: Via libera ovviamente ad acqua, succhi naturali 100% frutta, spremute di sola frutta; attenzione all’ etichetta degli alimenti! Spesso i nomi degli zuccheri e dolcificanti aggiunti alle bevande sono molteplici e non sempre riconoscibili dai non esperti del settore, quindi il consiglio è di leggere con attenzione la composizione della bevanda e preferire sicuramente quelle con meno ingredienti possibili e documentarsi su quali sono i nomi sotto i quali si nascondono gli zuccheri più utilizzati dalle industrie.

 

  • SCELTE NO: Scelte sconsigliate sono bevande gassate, succhi di frutta zuccherati (purtroppo difficilmente troverete succhi di frutta senza zucchero aggiunto o senza dolcificanti però non vi fermate alle scelte imposte dal mercato continuate a cercare), tè e tisane con aggiunta di zuccheri o dolcificanti nonché altre sostanze artificiali aggiunte per rendere più appetibile sapore e consistenza.

Conservanti negli alimenti un tasto dolente! L’etichetta degli alimenti un punto di riferimento per una scelta consapevole.

Reparto LATTICINI:

  • SCELTE SI: Via libera a yogurt intero, formaggi freschi ricchi di fermenti vivi o quelli più stagionati, ottime scelte per quanto riguarda i latticini sono ricotta, mozzarella, parmigiano, pecorino; particolare attenzione va alla composizione e quindi all’etichetta dell’alimento, ovvero controllare l’assenza di conservanti e di sali di fusione, i polifosfati che vengono usati per trattenere l’acqua nell’alimento si prestano a camuffare formaggi di bassa qualità magari sbiancati artificialmente aiutando, a rendere presentabile ad esempio aggregati di formaggi residui da lavorazioni diverse.

 

  • SCELTE NO: Sconsigliati i vari formaggini spalmabili che spesso e volentieri contengono polifosfati e conservanti ma anche a yogurt che non contengono fermenti lattici vivi ma contengono zucchero e coloranti artificiali.

 

Reparto SALUMI E CARNE:

  • SCELTE SI: Via libera a tutti quei prodotti, ahimè pochi, che non contengono conservanti ed una volta acquistati giacché contengono una notevole quantità di sale non eccedere nel consumo; bresaola, prosciutto crudo, prosciutto cotto senza lattosio rappresentano delle ottime scelte, mentre per le carni vale la stessa regola nonché controllare la data di scadenza e la provenienza (meglio se bio o proveniente da allevamenti sicuri).

 

  • SCELTE NO: Sconsigliati i cibi precotti, improponibili cotechini, alcuni wurstel e carni troppo grasse e che contengono nitriti o nitrati ed altre sostanze aggiunte sia per conservare e sia per migliorarne l’aspetto.

 

Una nota a parte è d’obbligo per gli alimenti in scatola; a chi non fa comodo avere in casa una riserva di legumi già pronta all’uso; però ricordiamo sempre di leggere l’etichetta perché anche nei cibi in scatola possiamo trovare zuccheri e conservanti vari. Sebbene possono essere tranquillamente acquistati preferiamo sempre i cibi freschi anche se richiedono una più lunga preparazione.

Buona spesa!

Responsabile Studio Nutrilab

Dott. Francesco Garritano

autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container {background-image: url(https://www.francescogarritano.it/nutrizionista/wp-content/uploads/2017/05/garritano.jpg);background-size: cover;background-position: top center;background-attachment: initial;background-repeat: no-repeat;}#stuning-header div.page-title-inner {min-height: 650px;}