Carboidrati o proteine? Quali sono i carboidrati e quali le proteine: mini guida per fare chiarezza e mangiare meglio a tavola!

Carboidrati o proteine? Quali sono i carboidrati e quali le proteine: mini guida per fare chiarezza e mangiare meglio a tavola!

 

Mini guida su carboidrati e proteine. Facciamo chiarezza sulla suddivisione dei cibi a tavola!

Quando parliamo di piatto tripartito o di abbinamento di carboidrati e proteine cosa intendiamo?

La dieta ideale è in realtà uno stile di vita; poche le limitazioni e soprattutto niente conteggio calorico ma corretto abbinamento dei cibi, giusti orari per i pasti, attività fisica e idratazione.

Uno dei consigli più importanti, da dare sia a chi intende dimagrire e sia a coloro i quali scelgono di alimentarsi bene, è quello di consumare ai pasti il famoso piatto tripartito ovvero carboidrati, proteine e verdure.

Il fatto di consigliare di abbinare sempre carboidrati con proteine presuppone che conosciamo bene sia le fonti di carboidrati e sia quelle proteiche; sovente le persone confondono i due tipi di fonti alimentari e finiscono per seguire un’alimentazione non proprio corretta.

Quali sono i carboidrati? Quali sono le proteine?

Questo piccolo schema vi aiuterà a fare chiarezza su quali sono le fonti alimentari proteiche, di carboidrati ed anche di verdure in modo da non sbagliare più la composizione del piatto tripartito tanto utile per mantenersi in forma!

Quali sono le proteine a tavola?

Le fonti proteiche a tavola sono per lo più le seguenti:

  • La carne (di qualsiasi tipo sia bianca che rossa)
  • Il pesce
  • I formaggi
  • Le uova
  • Le noci ed i semi oleosi in generale (ottimi per completare la prima colazione)
  • La soja
  • Gli affettati

Quali sono i carboidrati complessi?

 

  • La pasta ed il riso
  • Il pane
  • I cereali in generale
  • I legumi (ci si aspetta sempre di trovarli fra le proteine ed invece la loro composizione in carboidrati supera quella proteica)
  • Le patate
  • Il miele (ottimo da utilizzare sulle fette biscottate la mattina o come dolcificante al posto dello zucchero)
  • I dolci in generale quali ad esempio biscotti e torte (preparati a casa con farina integrale possibilmente e da consumare prevalentemente durante la prima colazione)

Per la verdura e la frutta vi sono limitazioni?

Per quanto riguarda verdura e frutta, per noi sostenitori delle diete NON ipocaloriche non ci sono pesate tassative da seguire, è impensabile di poter pesare 120g di mela piuttosto che altre improponibili grammature; un frutto al mattino o comunque della frutta da consumare durante la giornata lontano dai pasti o mezz’oretta prima di sedersi a tavola rappresenta un concetto da fissare bene in mente se si vuole intraprendere una sana alimentazione.

Per verdura (a parte patate e legumi) si intendono tutti i tipi di vegetali; la verdura riveste un ruolo di grande importanza non solo perché fonte di minerali e vitamine ma soprattutto perché fonte di fibra essenziale per il buon funzionamento dell’intestino e per la riduzione dei picchi glicemici.

Perciò a tavola ricordiamoci la tripartizione del pasto e la nostra alimentazione ne gioverà!

Responsabile Studio Nutrilab

Dott. Francesco Garritano

autore2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container {background-image: url(https://www.francescogarritano.it/nutrizionista/wp-content/uploads/2017/05/garritano.jpg);background-size: cover;background-position: top center;background-attachment: initial;background-repeat: no-repeat;}#stuning-header div.page-title-inner {min-height: 650px;}