Cattivo umore e alimentazione: quale la correlazione?

Cattivo umore e alimentazione: quale la correlazione?

 

Sei sempre di cattivo umore? L’alimentazione può essere la chiave!

Secondo alcune evidenze scientifiche pare che gli alimenti che consumiamo quotidianamente posso influire in maniera positiva o negativa non solo sulla salute ma anche sull’umore.

Gli acidi grassi trans, o idrogenati, sono uno degli esempi più classici di cibi ad effetti negativi; difatti sono stati banditi dalle grandi industrie alimentari per lo più americane, ma sono ancora presenti in molti prodotti commerciali che acquistiamo ogni giorno, come creme spalmabili, brioches, cornetti e vari altri prodotti, soprattutto di pasticceria.

Cattivo umore e alimentazione: la correlazione esiste!

Una ricerca pubblicata sulla rivista scientifica Plos One sugli acidi grassi idrogenati ha evidenziato come questi siano in grado di scatenare irritabilità nei soggetti che ne consumano anche quantità moderate.

Da qui nasce quindi la correlazione tra l’ingestione di acidi grassi trans e l’origine di comportamenti aggressivi nei soggetti che li consumano.

A quanto pare questi tipi di grassi nocivi sono in grado di ostacolare l’azione dei grassi “buoni”, ovvero gli omega-3, che hanno azione diametralmente opposta, ovvero quella del miglioramento dell’umore e del comportamento (“Serum omega-3 fatty acids are associated with variation in mood, personality and behavior…” ).

Quindi già da qui si evince quanto umore e alimentazione siano legati.

Altri fattori che possono influire sul peggioramento dell’umore sono correlati al consumo di alimenti nervini, soprattutto caffè e bevande caffeinate di diverso genere che, se introdotte in quantità eccessive, possono indurre irritabilità, ansia e agitazione.

Pertanto uno stile di vita sano, cominciando già con l’eliminazione di taluni prodotti industriali, può essere d’aiuto nel miglioramento del nostro umore.

Umore buono alimentazione di qualità!

A sostegno di ciò, uno studio recente in Nuova Zelanda ha messo in evidenza gli effetti benefici dei cibi di origine vegetale sul comportamento: i soggetti analizzati in questo studio hanno dimostrato di essere felici e di buon umore, calmi e pieni di energia in relazione al consumo di buone porzioni di frutta, verdura e ortaggi, con effetti positivi protratti anche fino al giorno successivo all’ingestione, quindi non solo limitato alle prime ore dopo il pasto.

Lo zucchero, che è uno dei più temibili veleni dell’alimentazione moderna, può essere coinvolto nella genesi dell’irascibilità proprio perché la sua ingestione genera i picchi insulinici, con alterazione dell’equilibrio glicemico.

Quindi cambiare abitudini alimentari è il primo passo per stare meglio, per combattere stati di depressione e di ansia, di irritabilità e di faticabilità o svogliatezza che possono aggravarsi nei soggetti che consumano abitualmente i cosiddetti “junk food”, cibi spazzatura.

L’associazione di giuste quantità di carboidrati complessi, fibre, proteine e grassi buoni (monoinsaturi e polinsaturi) è in grado di dare i primi miglioramenti.

Alcuni cibi particolarmente positivi sono: il cioccolato fondente, la valeriana, il coriandolo, il basilico, il mango, il limone e il bergamotto.

Ovviamente non possiamo affermare che la depressione, l’irritabilità e l’apatia derivano solo da ciò che mangiamo senza tener conto delle componenti psicologiche che stanno alla base di questi stati d’animo, ma senz’altro l’alimentazione ha un ruolo chiave nella prevenzione e nel miglioramento di tali condizioni; quindi perché non aiutare a prevenire l’insorgenza o il peggioramento di questi stati con un’alimentazione sana?

Responsabile Studio Nutrilab

Dott. Francesco Garritano

autore4

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Contattaci!

[vc_contact_form form_email=”francesco.garritano1976@gmail.com” form_name_field=”required” form_email_field=”required” form_phone_field=”required” button_type=”primary” button_outlined=”0″]

div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container {background-image: url(https://www.francescogarritano.it/nutrizionista/wp-content/uploads/2017/05/garritano.jpg);background-size: cover;background-position: top center;background-attachment: initial;background-repeat: no-repeat;}#stuning-header div.page-title-inner {min-height: 650px;}