Come si misura il dimagrimento sano?

Come si misura il dimagrimento sano?

 

 

Misurare il dimagrimento è importante tanto quanto raggiungerlo

Bilancia, plicometro, circonferenze, bioimpedenza: quale strumento migliore per misurare il dimagrimento?

Il dimagrimento necessita di un percorso da seguire con costanza, pertanto la valutazione del suo andamento è fondamentale.

L’efficacia di un percorso dietetico, infatti, la si valuta di volta in volta per assicurarsi che si stia andando nel verso giusto, e se così non fosse prendere i dovuti accorgimenti: se tutto va bene significa che la dieta funziona e la persona sta dimagrendo in modo sano.

Come misurare il dimagrimento?

Il primo strumento a cui si pensa in fase di dimagrimento è la bilancia, metodica del tutto superata considerando che il valore che ci dà si limita al solo peso generale, senza specificare la quantità di grasso presente nel nostro corpo.

Le variazioni di peso potrebbero essere date dalla variazione proprio di grasso, ma anche dalle quantità di muscolo o dalle oscillazioni di acqua. La bilancia però questo non può dirlo.

Il plicometro, invece, è un sistema di misurazione che, pinzando alcune pliche corporee con una specifica pinzetta, stima il grasso corporeo.

Quello che fa la plicometria, infatti, non è misurare il nostro grasso, ma semplicemente stimarlo, suddividendo teoricamente il corpo in due compartimenti: massa magra e massa grassa , mediante una semplice formula matematica che combina i dati del plicometro con quelli di peso e altezza.

Lo svantaggio di utilizzare questa metodica è dato dagli errori che possono essere operatore-dipendenti, o relati al tipo di calibro dello strumento, errori dovuti al soggetto su cui avviene la misurazione, causati ad esempio, dal suo stato di idratazione, e infine errori dipendenti dal tipo di equazioni di riferimento utilizzate nella formula finale.

Il dimagrimento sano si denota bene dalla diminuzione delle circonferenze corporee, soprattutto se il grasso è localizzato, ma come la plicometria, tuttavia, anche questa è una metodica poco attendibile, perché trae facilmente in inganno il paziente: l’operatore può commettere infatti un errore di presa, stringendo o allentando il centimetro in modo diverso di volta in volta o magari non è sempre la stessa persona a prendere la misura.

Il paziente, inoltre, potrebbe essere gonfio, per via del ciclo, nel caso della donna, o per altri motivi, o potrebbe aver mangiato da poco, tutti fattori che farebbero della misura delle circonferenze una metodica poco attendibile e poco reale.

Sullo stesso principio delle circonferenze, invece è meglio far riferimento ai vestiti da misurare prima e dopo l’inizio di un percorso dietetico. Gli indumenti stretti o che si chiudono a stento, se riprovati dopo qualche mese, riuscendo a calzarli bene sono indice che il dimagrimento è avvenuto con successo.

Infine una delle tecniche più attendibili per valutare il decorso di un sano dimagrimento è la bioimpedenziometria, una tecnica che misura la resistenza e la reattanza con la quale i nostri tessuti corporei rispondono al passaggio di una corrente elettrica di bassa intensità.

Questa tecnica ci permette di valutare bene le oscillazioni di acqua, di muscolo e di grasso che si hanno nella stessa persona nelle varie misurazioni. Valutare la composizione corporea con il bioimpedenziometro ci fornisce risultati veritieri e attendibili, anche riguardo la quantità di acqua extracellulare, l’acqua che causa la cellulite e il gonfiore, o la muscolatura che è bene mantenere e/o migliorare nel corso del dimagrimento, a discapito della massa grassa che, invece, deve andare diminuendo man mano.

Apriamo quindi la nostra mente perché il dimagrimento per essere sano deve anche avere degli strumenti in grado di misurarlo bene che confermino che quella intrapresa è la via giusta da seguire.

 

Dott. Francesco Garritano

Responsabile dello Studio Nutrilab

autore4

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Contattaci!

[vc_contact_form form_email=”francesco.garritano1976@gmail.com” form_name_field=”required” form_email_field=”required” form_phone_field=”required” button_type=”primary” button_outlined=”0″]

div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container {background-image: url(https://www.francescogarritano.it/nutrizionista/wp-content/uploads/2017/05/garritano.jpg);background-size: cover;background-position: top center;background-attachment: initial;background-repeat: no-repeat;}#stuning-header div.page-title-inner {min-height: 650px;}