Dimagrisco e poi ingrasso il doppio: effetto yo-yo e rischi

Dimagrisco e poi ingrasso il doppio: effetto yo-yo e rischi

Seguire una dieta restrittiva per pochi mesi fa solo per raggiungere il peso prefissato comporta come conseguenza il riacquistare il doppio del peso perso, generando il famoso effetto yo-yo. Questo, però, causa una maggiore predisposizione al rischio cardiovascolare. Leggete l’articolo per saperne di più.

Diete restrittive e conseguenze

Almeno due italiani su cinque in questo periodo cercano una soluzione per eliminare quei chili in eccesso che si depositano proprio sul girovita, scegliendo pratiche semplici e rapide, in modo da poter affrontare al più presto la prova costume. Le diete che scelgono sono diverse: quella del limone, del riso, del gelato, dei 7 kg in 7 giorni famosissima, affidandosi a riviste oppure a diete standard che si trovano in diversi siti online, ovviamente non gestiti da professionisti. Altri, più schizzinosi, si affidano a personal coach, NON QUALIFICATI, che fanno assumere loro bibitoni “proteici” che presentano zuccheri nascosti, ma che permettono loro di raggiungere un obiettivo in tempi brevi facendoli morire di fame.

Voi vi rivedete in questi profili appena descritti? Sicuramente vi sarà capitato qualche volta, ma adesso vi spiegherò perché non dovrete farlo più. Partiamo dal fattore estetico, per poi approfondire quello salutistico. Quando si segue una dieta ipocalorica, si deperisce. È un dato di fatto, poiché se non ci muoviamo e se non nutriamo abbastanza il nostro organismo, questo cercherà energia che prenderà dai muscoli, privandoli della loro tonicità. Infatti, se ci fate caso, perdete i kg in eccesso ma i muscoli delle vostre braccia e delle vostre gambe si muoveranno a penzoloni. Inoltre, la perdita di peso che si verifica non è, quindi, di solo grasso. Volete continuare a rovinarvi così?

Effetto yo-yo e rischio cardiovascolare

Non lo dico io, ma sono studi a dimostrare che l’effetto yo-yo aumenta il rischio cardiovascolare. Cosa significa effetto yo-yo? Che si dimagrisce VELOCEMENTE e con diete IPOCALORICHE, perdendo ad esempio 10 kg in un mese e mezzo, ma subito dopo, quando si ricomincia a mangiare i 10 kg diventano 20, ma recuperati.

L’organismo reagisce così perché oltre ad accumulare fame per le restrizioni ricevute, che poi soddisfa appena raggiunto l’obiettivo, tende a rallentare il metabolismo poiché l’organismo trovandosi privo di energia va in modalità carestia, quindi cerca di conservarla sotto forma di tessuto adiposo. Quando si assumerà qualche nutriente in più, quindi, bisognerà dapprima riattivare il metabolismo affinché non si accumulino chili in eccesso.

Uno studio recente pubblicato nel 2017 sul The New England Journal of medicine, ha dimostrato come le fluttuazioni del peso corporeo sono fortemente associate al rischio di eventi cardiovascolari e persino di morte. Inoltre, la variabilità del peso corporeo è associata al rischio di diabete di nuova insorgenza. Le associazioni osservate non dipendevano dal peso corporeo medio iniziale ma direttamente dalle fluttuazioni.

 

Questo si verifica che quando dimagriamo il nostro organismo cerca di equilibrare le sue funzioni, variando la pressione sanguigna, la frequenza cardiaca, la glicemia, i valori di colesterolo ed altre. Se riacquistiamo peso subito dopo e con molta facilità, questi cambieranno di nuovo e sarà molto difficile riportarle alle condizioni iniziali.

Cosa fare quindi?

Il miglior metodo per dimagrire è quello di scegliere una dieta normocalorica, associata a costante attività fisica, ascoltando la propria fame naturale. Solo facendo tre pasti completi al giorno, equilibrati nei nutrienti, scegliendo alimenti di buona qualità ed eliminando gli zuccheri semplici ed i carboidrati raffinati, riusciremo a raggiungere il benessere psicofisico, mantenendo tonici i muscoli e non soffriremo di fame. Ne ho parlato a lungo nell’intervista che potrete vedere sotto, registrata presso l’emittente televisiva TEN qualche settimana fa.

Per dimagrire bisogna mangiare, farlo bene e muoversi con costanza!

 

Dott. Francesco Garritano

 

Fonte:

  • Bangalore S. et al. Body-Weight Fluctuations and Outcomes in Coronary Disease. N Engl J Med. 2017 Apr 6;376(14):1332-1340.

Ti potrebbero interessare anche questi articoli:

Iscriviti al Canale YouTubeYouTube dott. Garritano
CI SONO SEMPRE NOVITA' CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Iscriviti e rimani aggiornato

Leggi informativa

Il Dott. Francesco Garritano riceve a Milano, Cinisello Balsamo, Roma, Napoli, Bari, Taranto, Cosenza, Catanzaro, Tropea, Taurianova, Catania

Prenota la Tua Visita Nutrizionale Subito!

Prenota
Segui la Pagina FacebookFacebook dott. Garritano
div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container {background-image: url(https://www.francescogarritano.it/nutrizionista/wp-content/uploads/2017/05/garritano.jpg);background-size: cover;background-position: top center;background-attachment: initial;background-repeat: no-repeat;}#stuning-header div.page-title-inner {min-height: 650px;}