01.
CHE COS'È
L'ENDOMETRIOSI?
Leggi...
02.
SINTOMI E SEGNI
DELLA
ENDOMETRIOSI
Leggi...
03.
CRITERI DIAGNOSTICI
DELLA
ENDOMETRIOSI
Leggi...
04.
ENDOMETRIOSI
ED ALIMENTAZIONE
Leggi...
05.
ENDOMETRIOSI: FATTORI
DI RISCHIO ED INFERTILITÀ
Leggi...
06.
PRENOTA LA
TUA VISITA
Leggi...

5. Endometriosi: fattori di rischio ed infertilità

Le principali cause dell’endometriosi si ritrovano in:

  • fattori immunitari,
  • fattori infiammatori
  • fattori vascolari.

Le cause dell’endometriosi sono ancora poco conosciute: alcuni fattori di rischio sembrano essere la giovane età e la famigliarità con la malattia (altri casi verificatisi in famiglia).

Una delle teorie più accreditate riconosce parte delle cause dell’endometriosi nelle mestruazioni retrograde, è infatti accertato che il flusso mestruale possa talvolta percorrere il percorso inverso a quello corretto, risalendo attraverso le tube e disperdendo quindi cellule uterine al di fuori dei consueti tessuti.

Costituiscono fattori di rischio significativi per l’endometriosi:

  • l’assenza di gravidanze: questo succede perché, arrestando le mestruazioni, la gravidanza spegne i fattori che stimolano l’insorgenza o la progressione della malattia; più tardi arriva una gravidanza, più tempo e più occasioni si danno alla malattia di instaurarsi;
  • cicli mestruali molto corti (meno di 27 giorni) e mestruazioni molto abbondanti o prolungate (oltre 7 giorni).
  • stile di vita e all’ambiente: in particolare elevato consumo di alcol, dieta molto ricca di grassi e povera di frutta e verdura, esposizione a sostanze tossiche ed interferenti endocrini (agenti chimici quali la diossina sono stati collegati allo sviluppo dell’endometriosi), fenomeni non trattati di autoimmunità.
  • Età: la malattia è di fatto confinata alle donne in età fertile: l’endometriosi pelvica colpisce tipicamente donne di 25-30 anni, mentre le forme extrapelviche si manifestano in donne di 35-40 anni.
  • Familiarità: poiché l’endometriosi ha un andamento familiare, potrebbe esistere una qualche forma di predisposizione genetica (il rischio aumenta di circa sei volte se madre, sorella o figlia hanno l’endometriosi).
  • Mestruazioni iniziate precocemente (prima degli 11 anni).

Un fenomeno possibile collegato all’endometriosi è l’infertilità: si stima che il 30-40% delle donne infertili soffra di endometriosi. In alcuni casi c’è un rapporto diretto, perché la malattia può determinare la formazione di aderenze, ostruzioni e alterazioni anatomiche che impediscono fisicamente l’incontro tra ovulo e spermatozoi o l’impianto dell’embrione. In altri casi sono coinvolti fattori immunitari o vascolari, che in qualche modo ostacolano la funzionalità ovarica o l’instaurarsi di una gravidanza, come la presenza di disbiosi intestinale e sistema immunitario compromesso.

 

Alcuni studi sembrano dimostrare che alcuni fattori possono ridurre il rischio di sviluppare la malattia, in particolare:

  • gravidanza,
  • prime mestruazioni tardi durante l’adolescenza,
  • attività fisica regolare per oltre 4 ore alla settimana,
  • scarse quantità di grasso corporeo.
Image module

Clicca sull’icona per chiarire i tuoi dubbi sulle patologie tiroidee, scrivendo un post sul gruppo.

Iscriviti al Canale YouTubeYouTube dott. Garritano
CI SONO SEMPRE NOVITA' CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Iscriviti e rimani aggiornato

Leggi informativa

Il Dott. Francesco Garritano riceve a Milano, Roma, Cinisello Balsamo, Cosenza, Bari, Taranto, Catanzaro, Vibo Valentia, Tropea, Napoli, Taurianova, Cetraro, Messina

Prenota la Tua Visita Nutrizionale Subito!

Prenota
Segui la Pagina FacebookFacebook dott. Garritano