Gastroprotettore: fa male? Scopri cos’è e quali sono gli effetti.

Gastroprotettore: fa male? Scopri cos’è e quali sono gli effetti.

 

Gastroprotettore?  No grazie! Scopriamo cos’è e se fa male!

 

Quella dei “gastroprotettori” rappresenta una classe di farmaci ormai sempre più diffusi e venduti in quanto Inibitori della Pompa Protonica (IPP).

Questi farmaci vengono ampiamente prescritti e utilizzati per risolvere problemi gastrici.

Nello specifico un gastroprotettore cos’è?

L’azione del gastroprotettore è dovuta alla capacità, quali inibitori della pompa protonica, di inibire le cellule gastriche deputate alla secrezione di acido cloridrico, bloccando così il processo fisiologico di acidificazione del pH dello stomaco. Ciò si traduce in un innalzamento del pH naturale dello stomaco che da acido diventa neutro.

Grazie a questa azione l’utilizzo del gastroprotettore trova largo uso in alcune patologie dell’apparato gastroenterico quali l’ernia iatale, il reflusso gastroesofageo, la  gastrite o le affezioni da Helycobacter Pylori. Spesso i gastroprotettori vengono anche prescritti per essere utilizzati in concomitanza con altri tipi di farmaci quali anti-infiammatori o cortisonici ad azione gastrolesiva.

Ciò che crea delle perplessità è la facilità con cui questi farmaci vengono utilizzati senza riflettere sugli effetti collaterali di cui va fatta un po’ di chiarezza.

Usare il gastroprotettore fa male?

Innanzitutto l’innalzamento del pH provoca l’inattivazione del FI (fattore intrinseco), indispensabile per l’assorbimento della vitamina B12, inibendo pertanto l’assorbimento di tale vitamina.

È anche vero che all’innalzamento del pH il corpo risponde aumentando la produzione di gastrina, aumentando così il rischio di poliposi intestinale.

Ma gli IPP sono anche in grado di alterare l’intestino scatenando una reazione allergico-infiammatoria dovuta alla mancata sterilizzazione dei cibi ingeriti.

Il pH acido, infatti, rappresenta la nostra difesa naturale contro germi e batteri: se viene neutralizzato non può svolgere la sua azione naturale, gli agenti patogeni sopravvivono e possono arrivare fino all’intestino, dove vengono attaccati dal sistema immunitario.

L’attivazione del sistema immunitario è responsabile della risposta infiammatoria e allergica che può essere dapprima locale e poi sistemica.

Inoltre anche la digestione subisce l’effetto della neutralizzazione del pH: difatti risulta rallentata a causa dell’inattivazione di alcuni enzimi gastrici coinvolti nel processo digestivo (proteasi) che si attivano solo a PH acido. La ridotta digestione proteica che ne consegue si traduce in una ulteriore intensificazione della risposta immunitaria, dovuta all’arrivo di proteine non digerite nell’intestino.

Questi effetti di cui abbiamo discusso ci fanno capire quanto sia importante conoscere la tipologia del farmaco vogliamo assumere evitandone l’ uso improprio.

La nostra attenzione, in questo articolo, è stata rivolta a questa classe di farmaci in quanto il loro uso tra la popolazione diventa sempre più frequente, anche quando non c’è una vera e propria patologia e senza consulto di alcun medico.

In conclusione, poiché i farmaci vengono per lo più utilizzati per curare un sintomo anziché la malattia vera e propria, è bene assumere qualsiasi farmaco, compreso il gastroprotettore, con cautela e sotto stretto controllo del medico.

Prima di assumere qualsiasi farmaco rivolgiamoci sempre ad un esperto!

Responsabile Studio Nutrilab

Dott. Francesco Garritano

autore2

 

 

 

 

 

 

 

Contattaci!

[vc_contact_form form_email=”francesco.garritano1976@gmail.com” form_name_field=”required” form_email_field=”required” form_phone_field=”required” button_type=”primary” button_outlined=”0″]

div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container {background-image: url(https://www.francescogarritano.it/nutrizionista/wp-content/uploads/2017/05/garritano.jpg);background-size: cover;background-position: top center;background-attachment: initial;background-repeat: no-repeat;}#stuning-header div.page-title-inner {min-height: 650px;}