Il caffè fa male?

Il caffè fa male?

Un caffè al giorno…. O era la mela?

Caffè si o caffè no: c’è chi lo osanna e chi dice che fa male dove sta la verità sul caffè?

 Posso offrirle un caffè?

Una delle frasi più utilizzate specialmente nel bel paese dove “bere una tazzina di caffè” è davvero un momento oserei dire sacro; al mattino o durante una pausa il caffè è una delle bevande più consumate ed apprezzate.

Non solo momento di aggregazione ma anche momento per riprendere le proprie energie, quello della pausa caffè è uno degli attimi della giornata più desiderati.

Il caffè fa male?

C’è chi sostiene che il caffè fa male e chi invece ne sostiene le virtù; la verità dove sta?

Come al solito nel mezzo e cioè che preso con moderazione e senza zucchero (così da non dare la solita impennata dei pichi glicemici) il caffè fa addirittura bene.

 

Potremmo allora affermare che bere un massimo di 2-3 tazzine di caffè non fa male ma addirittura secondo alcuni studi potrebbe diminuire il rischio d’infarto.

 

A sostenerlo è uno studio pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrition e condotto dai ricercatori del Brooklyn College dell’Università di New York secondo il quale esisterebbe una correlazione inversa tra consumo di caffè e rischio d’infarto; i ricercatori hanno condotto lo studio su una popolazione di più 6.000 soggetti anziani evidenziando che, soprattutto in coloro i quali non soffrivano di ipertensione il maggiore consumo quotidiano di caffè, avrebbe portato ad una riduzione del rischio d’infarto.

 

I ricercatori sostengono che il caffè bevuto dopo il pasto eviterebbe il calo di pressione che va di pari passo con l’inizio della digestione e che con il passare del tempo tende ad accentuarsi.

 

Questo non è che l’ennesimo risultato positivo ottenuto dalle ricerche nei confronti del caffè anzi i consumatori di questa bevanda, secondo altri studi avrebbero un minor rischio cardiovascolare a tutto vantaggio delle proprie arterie.

In una dieta variegata e perfettamente bilanciata si può mangiare davvero di tutto senza assurde limitazioni; ovviamente ogni persona rappresenta un caso a se e bisogna valutare con attenzione quello che si può e quanto se ne può consumare.

La scelta di affiancarsi ad un bravo professionista per a scelta della propria alimentazione resta sempre l’opzione più giusta.

Buona tazzina di caffè!

Responsabile Studio Nutrilab

Dott. F. Garritano

autore2

 

 

 

 

 

 

 

Contattaci!

[vc_contact_form form_email=”francesco.garritano1976@gmail.com” form_name_field=”required” form_email_field=”required” form_phone_field=”required” button_type=”primary” button_outlined=”0″]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container {background-image: url(https://www.francescogarritano.it/nutrizionista/wp-content/uploads/2017/05/garritano.jpg);background-size: cover;background-position: top center;background-attachment: initial;background-repeat: no-repeat;}#stuning-header div.page-title-inner {min-height: 650px;}