La sindrome premestruale: come alleviarla cambiando stile di vita

La sindrome premestruale: come alleviarla cambiando stile di vita

Sono tante le donne che ne soffrono, c’è chi riesce a svolgere tranquillamente la vita di sempre, chi invece è costretta a rimanere a letto per il forte dolore. Si chiama sindrome premestruale e comportandoci bene a tavola potrebbe causare meno dolori del solito, conosciamola meglio.

La Sindrome Premestruale

Fino a qualche tempo fa si credeva che la storia della sindrome premestruale non fosse scientificamente dimostrabile, invece, adesso viene descritta come una sindrome che racchiude diverse sintomatologie: fisiche, psichiche e neurovegetative. Ogni donna ne soffre, ma l’entità può essere diversa, c’è chi avverte una sintomatologia lieve, chi, invece, è costretta a stare addirittura a letto, limitando la vita sociale della donna.

Le cause finora non sono ben precise, ma i sintomi che si avvertono sono tutti attribuibili ai cambiamenti che subisce la donna nel periodo mestruale: cambiamenti ormonali, di neurotrasmettitori, di prostaglandine, insieme alle abitudini sbagliate dello stile di vita.

I sintomi della Sindrome Premestruale

Quando gli uomini dicono alle donne che durante la fase premestruale sono intrattabili, beh è vero, non lo dico come uomo, ma come nutrizionista. Infatti i sintomi accertati dall’American College of Obstetricians and Gynecologists sono di tipo affettivo e psichico, per cui la donna che ne riporta più di uno durante i cinque giorni che precedono il ciclo, ogni mese, può considerarsi sofferente di questa sindrome.

Ma quali sono i sintomi? Solitamente la donna avverte facile irritabilità, depressione, ansia, collera, confusione, tende a ritirarsi dalla vita sociale, mastodinia, meteorismo, gonfiore, mal di testa e ritenzione idrica. La donna durante il pre-mestruo avverte pesantezza alle gambe, non si vede bene, riporta sintomi somatici ed ha sempre fame di dolci.

L’alimentazione per alleviare i sintomi

I sintomi di cui ho parlato non sarebbero più un problema in grado di ostacolarvi la vita se solo decideste di cambiare il vostro stile di vita. Molti alimenti, ma anche modi di fare, potrebbero migliorare i dolori e farvi dimenticare del periodo che state vivendo.

Cominciate sempre dalla colazione, che non deve mancare mai! Fatela da re, mangiando non il cornetto più il cappuccino che sono una bomba di zuccheri, ma fibre della frutta, carboidrati integrali e proteine. Perché non prepararvi dei bei pancakes con macedonia? Allo stesso modo dovranno essere ripartiti il pranzo e la cena, ma se la voglia di dolci è troppo forte ed incontrollabile, fra un pasto e l’altro consumate un po’ di frutta e verdura cruda, di certo non avranno sul vostro organismo lo stesso effetto di un gelato o di un biscotto al cioccolato.

Importantissimo sarà anche bere molta acqua, superando anche i 2 litri al giorno se ci va, in modo da combattere la ritenzione idrica di cui si soffre in questo periodo. Non beviamo, invece, succhi di frutta o altro perché ricchi di zuccheri, causerebbero l’effetto contrario. Contemporaneamente e per lo stesso motivo, utilizzate poco sale, ricordandovi che già gli alimenti stessi ne contengono: avete mai assaggiato il vero sapore del cibo?

Un rimedio utilizzato per alleviare il dolore è il magnesio: qualora le carenze non fossero importanti si potrebbe assumerlo dagli alimenti, quali le verdure a foglia verde, i legumi, la frutta secca, i cereali integrali, molto utile per ridurre il mal di testa, l’irritabilità, l’ansia, ecc.

Limitate il caffè, il the, la cola ed il cioccolato poiché contengono sostanze nervine che potrebbero peggiorare i sintomi, stimolando maggiormente il sistema nervoso, lo stesso vale per gli alcolici. Preferite invece tisane rilassanti, come la valeriana, la melissa ed il biancospino.

E quale attività fisica scegliere? Molte donne tendono ad essere più pigre in questo periodo per cui sforzi elevati non sarebbero di loro gusto, ma la sedentarietà non è la risposta giusta alla sindrome premestruale. Si dovrebbe scegliere un’attività fisica, anche leggera, sia per combattere la ritenzione idrica, sia per aiutare la circolazione e, soprattutto, per aumentare i livelli di serotonina che riduce i dolori premestruali.

 

Dott. Francesco Garritano

Ti potrebbero interessare anche questi articoli:

Iscriviti al Canale YouTubeYouTube dott. Garritano
CI SONO SEMPRE NOVITA' CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Iscriviti e rimani aggiornato

Leggi informativa

Il Dott. Francesco Garritano riceve a Milano, Roma, Cinisello Balsamo, Cosenza, Bari, Taranto, Catanzaro, Vibo Valentia, Tropea, Napoli, Taurianova, Cetraro, Catania

Prenota la Tua Visita Nutrizionale Subito!

Prenota
Segui la Pagina FacebookFacebook dott. Garritano

Notice: Undefined offset: 0 in /home/nutrizionista/public_html/nutrizionista/wp-content/themes/dfd-native/inc/loop/posts/post_single.php on line 279

Notice: Trying to get property of non-object in /home/nutrizionista/public_html/nutrizionista/wp-content/themes/dfd-native/inc/loop/posts/post_single.php on line 279
div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container {background-image: url(https://www.francescogarritano.it/nutrizionista/wp-content/uploads/2017/05/garritano.jpg);background-size: cover;background-position: top center;background-attachment: initial;background-repeat: no-repeat;}#stuning-header div.page-title-inner {min-height: 650px;}