Le proprietà dell’olio d’oliva: perché è un alimento prezioso? Quali i benefici?

Le proprietà dell’olio d’oliva: perché è un alimento prezioso? Quali i benefici?

 

 

Olio d’oliva: proprietà importanti e benefici.

Per le sue proprietà l’olio di oliva è considerato un vero e proprio nutraceutico, ovvero un alimento ricco di nutrienti di cui molti studi laboratoristici hanno dimostrato effetti positivi sulla salute dell’uomo.

L’olio d’oliva è l’olio che si ottiene dalla spremitura di una drupa della famiglia Olea Europaea, ovvero l’Ulivo.

Olio d’oliva: una preziosa fonte di salute.

La composizione dell’olio d’oliva ci rivela un 99% di trigliceridi, di cui quello maggiormente rappresentato è l’acido oleico, e un 1% di composti cosiddetti “non saponificabili”. Questi ultimi racchiudono tutta una serie di sostanze che sono state attentamente studiate per valutarne le proprietà nutraceutiche.

Partendo dalla frazione “grassa”, possiamo dire che questa è prevalentemente costituita dalla concentrazione di acido oleico, un acido monoinsaturo che racchiude in sé la salubrità degli acidi grassi poliinsaturi e la stabilità di quelli saturi.

Per quanto riguarda, invece, il restante 1% è formato da composti prevalentemente ad attività antiossidante. Questi composti sono stati caratterizzati e ampiamente studiati; tra essi distinguiamo l’oleuropeina e l’idrossitirosolo, seguiti dagli acidi fenolici (caffeico, ferulico, clorogenico, p-cumarico, vanillico, omovanillico, siringico) meno rappresentati ma non per questo meno importanti.

Olio d’oliva: tante proprietà e benefici.

In particolare è stato visto che l’idrossitirosolo ha un ORAC molto elevato (27000 µmol TE/g) a dimostrazione della sua potente azione antiossidante che interviene sia nella difesa contro i radicali sia nell’inibizione dell’ossidazione delle LDL, processo che sarebbe coinvolto nell’attivazione dei meccanismi pro-trombotici e aterosclerotici.

L’idrossitirosolo ha anche dimostrato un’azione anti-infiammatoria che ci protegge dalle malattie cardiovascolari; un’azione preventiva anche nei confronti delle malattie legate alla senescenza; un’azione antimicrobica; e un’azione antitumorale. Questo effetto è stato testato su cellule di carcinoma mammario e ha determinato l’arresto della crescita e la proliferazione di tali cellule cancerose.

L’idrossitirosolo viene assorbito a livello dell’intestino tenue e del colon già 5-10 minuti dopo l’ingestione.

L’olio d’oliva, per le sue molteplici proprietà e benefici, viene consigliato come migliore condimento da utilizzare nella preparazione delle pietanze, per lo più in sostituzione di altri condimenti, quali il burro, maggiormente ricchi di acidi grassi saturi, il cui uso eccessivo è correlato a un maggiore rischio di eventi cardiovascolari.

In particolare, la dose consigliata non è inferiore ai 25g al giorno.

Tale quantità viene considerata il limite minimo per beneficiare di tutti gli effetti nutraceutici dell’olio d’olio d’oliva.

Responsabile Studio Nutrilab

Dott. Francesco Garritano

autore2

 

 

 

 

 

 

 

Contattaci!

[vc_contact_form form_email=”francesco.garritano1976@gmail.com” form_name_field=”required” form_email_field=”required” form_phone_field=”required” button_type=”primary” button_outlined=”0″]

div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container {background-image: url(https://www.francescogarritano.it/nutrizionista/wp-content/uploads/2017/05/garritano.jpg);background-size: cover;background-position: top center;background-attachment: initial;background-repeat: no-repeat;}#stuning-header div.page-title-inner {min-height: 650px;}