Metabolismo lento? Ci pensa il freddo! Metabolismo e freddo: l’inverno per accelerare il metabolismo.

Metabolismo lento? Ci pensa il freddo! Metabolismo e freddo: l’inverno per accelerare il metabolismo.

 

Metabolismo: se il tuo metabolismo è lento scopri la relazione tra metabolismo e freddo… un modo per accelerare il metabolismo.

Metabolismo: E’ vero che il freddo è utile ad accelerare il metabolismo? Scopri la relazione tra freddo e metabolismo per dire addio al metabolismo lento!

 

Ti sei mai chiesto, mentre stavi comodamente seduto in macchina, perché c’è tanta gente che anche con temperature non proprio estive si allena correndo per la città o pratica sport anche d’inverno?

E sai se ci sono vantaggi per il metabolismo che si possono trarre da un allenamento effettuato oltre la stagione estiva?

Metabolismo e freddo, una correlazione utile ad accelerare il metabolismo.

Lo so, ormai arrivato il freddo, la voglia che più si avverte è quella di starsene rintanati in casa davanti ala TV magari sotto un plaid!

Vi svelo un segreto: il periodo autunnale e quello invernale sembrano essere i migliori per praticare attività fisica e stimolare la potenza corporea; il freddo infatti stimola il metabolismo e quindi lascia spazio allo sport in tutte le sue varianti.

Iniziamo dal fatto che spesso le persone si riducono a muoversi in primavera inoltrata, sperando in qualche miracoloso dimagrimento in tempi record magari accompagnate anche da un metabolismo lento; invece, iniziare ad allenarsi nella stagione fredda, protraendosi fino a quella calda, permette di guadagnare un dimagrimento graduale ed efficace ed è utile ad accelerare il metabolismo.

Oltre al metabolismo lento cosa riesce a stimolare lo sport praticato d’inverno?

Un altro vantaggio riguarda la vitamina D… perché?

La vitamina D viene prodotta dalla pelle in risposta ai raggi solari e risulta essenziale per il corretto metabolismo del Calcio, salute delle ossa e memoria. Questa vitamina ovviamente e soprattutto con il nostro clima, risulta più accessibile nel periodo estivo quando la pelle è maggiormente esposta al Sole e spesso d’inverno si pensa ad una sua integrazione; lo sport può aiutare in tal senso in quanto stimola gli osteoblasti a lavorare in maniera più efficace.

Il nostro organismo inoltre, spende una buona parte dell’energia ottenuta dagli alimenti per mantenere costante la temperatura corporea intorno ai 37°C, ne consegue che temperature più fredde, possono indurre un incremento del metabolismo basale e favorire l’utilizzo di energia stoccata come depositi di grasso.

Quando fuori non c’è più il tepore dei raggi solari che invogliano a praticare lunghe passeggiate, si tende a stare di più in casa, questa sedentarietà è dannosa ad esempio per la salute cardiovascolare, per chi soffre di alcuni tipi di patologia (diabete ad esempio) e per chi presenta livelli di infiammazione sui quali l’attività fisica presenta invece un’azione modulatoria.

Come potete vedere non esiste soltanto una univoca relazione tra metabolismo e freddo, ma quest’ultimo rappresenta il clima ideale per stimolare tutta una serie di meccanismi utili al benessere fisico e mentale; questo giova non solo alle persone che presentano un metabolismo lento ma a tutti coloro i quali vogliono accelerare il metabolismo.

Quindi questo inverno, invece di preferire il divano di casa, attiviamoci e con le giuste condizioni iniziamo a praticare sport; rechiamoci in palestra, copriamoci nel modo corretto ed usciamo a camminare evitando di arrivare alla prossima stagione calda con la speranza di riuscire all’ultimo momento, in improbabili risultati per tornare in forma!

Dott.  Francesco Garritano

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container {background-image: url(https://www.francescogarritano.it/nutrizionista/wp-content/uploads/2017/05/garritano.jpg);background-size: cover;background-position: top center;background-attachment: initial;background-repeat: no-repeat;}#stuning-header div.page-title-inner {min-height: 650px;}