Perché facciamo attenzione solo alla frutta e verdura di stagione… ed il pesce?

Perché facciamo attenzione solo alla frutta e verdura di stagione… ed il pesce?

 

A cavallo di ogni cambio stagione, si parla solitamente di quale sia la frutta e la verdura che bisogna acquistare per rispettare il naturale ciclo di vita della pianta… ma pensiamo mai che anche il pesce ha una sua stagionalità?

Il pesce è un alimento di una tale importanza che non può mancare in una corretta alimentazione; innanzi tutto è ricco di proteine ad elevato valore biologico e di importanti grassi “buoni” quali gli Omega 3.

Gli acidi grassi Omega 3 sono acidi grassi insaturi importantissimi per prevenire le malattie cardiovascolari, proteggere la vista, ridurre il rischio di incorrere nella degenerazione maculare senile.

Il pesce contiene sali minerali importanti come calcio, fosforo, iodio e vitamine quali A, B e D in abbondanza.

Studi scientifici hanno messo in relazione il consumo di pesce con la riduzione di sviluppare il rischio di artrite reumatoide nelle donne o una malattia autoimmune cronica; inoltre una dieta sana a base di Omega 3 risulta importante anche durante la gravidanza per garantire uno sviluppo migliore del cervello e del sistema nervoso del feto.

Insomma, consumare pesce apporta una serie di benefici e scegliere di consumarlo fresco di stagione è sicuramente da preferire; sempre più spesso però siamo abituati a comprare pesce surgelato magari proveniente da oceani e mari lontani.

Sostanzialmente i prodotti di stagione, a maggior ragione quelli locali, riducono i costi superflui di importazione, trasporto e conservazione, a vantaggio di gusto e risparmio.

Ma quali sono i pesci di Novembre?

Vediamo una piccola lista insieme:

acciuga, alice, calamaro, cernia, dentice, gattuccio, mazzancolla, moscardino, nasello, orata, polpo, sardina, seppia, sogliola, triglia, vongola verace.

Ed ora immancabile ormai la nostra ricetta della salute!

Seppie ripiene al forno

Ingredienti: Seppie Grandi, Olio Extravergine D’oliva, Pangrattato integrale, Patate, Sale Q.B., Aglio, Prezzemolo, Pepe Q.B.

Preparazione:

  • Pulire le seppie eliminando occhi, osso e interiora;
  • Tritare una parte dei tentacoli;
  • Lavare le patate e sbucciarle, tagliarle a fettine sottili;
  • Tritare il prezzemolo e l’aglio, mischiarli con il pangrattato, i tentacoli tritati ed il pepe;
  • Inserire il trito nella seppia e chiuderla con uno stecchino;
  • In una teglia da forno mettere acqua salata ed uno strato di fette di patate con i rimanenti tentacoli non tritati ed adagiatevi le seppie ripiene cospargendole con un po d’olio;
  • Infornare a 180° per 40 minuti girandole di tanto in tanto.

Alla prossima pillola!

Dott. Francesco Garritano

www.studionutrilab.com

Tel. 347.2481194

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container {background-image: url(https://www.francescogarritano.it/nutrizionista/wp-content/uploads/2017/05/garritano.jpg);background-size: cover;background-position: top center;background-attachment: initial;background-repeat: no-repeat;}#stuning-header div.page-title-inner {min-height: 650px;}