Psoriasi? Artirite psoriasica? Vediamo come trattare questi problemi!

Psoriasi? Artirite psoriasica? Vediamo come trattare questi problemi!

Francesco Garritano Nutrizionista, home, psoriasi

Le malattie della pelle sono sempre più diffuse, ce ne sono numerose e possono coinvolgere sia soggetti giovani che adulti. Tra queste, oggi introduciamo la psoriasi e l’artrite psoriasica. Leggiamo l’articolo per saperne di più.

Sento spesso parlare pazienti in merito a malattie della pelle, rush cutanei, eczemi, dermatiti (di cui poi vi parlerò in altri articoli): questo è stato il motivo per cui ho deciso di riaprire il gruppo dedicato alle patologie cutanee, che potrete trovare cliccando su Malattie della Pelle – Dr Francesco Garritano , e di dedicarmi anche  questo tema, soprattutto perché è proprio da errori dell’alimentazione, dello stile di vita, delle infiammazioni da cibo (che potrete approfondire tramite il test QuASA che sto svolgendo da casa ora e che userò anche nelle visite presso le città) che possono dipendere manifestazioni cutanee.

Che cos’è la psoriasi?

La psoriasi è una patologia infiammatoria cronica che interessa tutta la pelle, ma soprattutto si localizza nelle zone come gomiti, ginocchia, cuoio capelluto, piedi e mani, manifestandosi tramite aree eritematose a margini netti, sovrapposta da squame bianche, causate da ispessimento dello strato corneo. Queste, se vengono rimosse, provocano sanguinamenti lievi causati dai vasi sanguigni presenti sulla pelle definiti segni di Auspitz, mentre se la pelle viene grattata a causa del prurito si manifesta il segno di Koebner.

La psoriasi viene definita cronica recidivante perché per un periodo può non presentarsi, ma poi può ricomparire nei momenti di maggiore stress di un individuo; non è né contagiosa, né infettiva e coinvolge il sistema immunitario. Il meccanismo consiste nell’attivazione esagerata dei linfociti T che producono citochine proinfiammatorie, che inducono la proliferazione di cheratinociti (cellule della pelle) aumentando il turnover della pelle da 28 a 4 giorni. Il numero di linfociti aumenta in seguito ad infezioni, per questo motivo la psoriasi può ripresentarsi in seguito ad un’infezione o all’influenza.

Cause della psoriasi

A causare la psoriasi non sono soltanto i fattori esterni, che menzioneremo dopo, ma la patologia ha soprattutto una forte predisposizione genetica e lo dimostra il fatto che circa la metà delle persone colpite proviene da famiglie in cui vi sono altri casi di psoriasi; ma per scatenare il processo infiammatorio, c’è bisogno dell’azione di alcuni fattori esogeni quali stress, traumi fisici e psicologici, farmaci, abuso di alcol e fumo.

Abbiamo detto che la patologia è infiammatoria, per cui nel meccanismo patogenetico sono coinvolte diverse citochine, quali ad esempio il ben noto fattore di necrosi tumorale (TNF), l’interleuchina 17 (IL-17), l’IL-22, l’interferone γ (IFNγ), IL-2, IL-36 , CCL20, IL-8, la chemochina CXCL10, IL-23, IL-1, IL-18, IL-12, il fattore di crescita endoteliale vascolare (VEGF), la sostanza P, l’IFNα e molti altri che contribuiscono alla risposta infiammatoria. Ad inibire il processo infiammatorio è una sostanza definita cAMP o AMP ciclico, un secondo messaggero intracellulare chiave, in grado anche di spegnere l’infiammazione.

Lo studio riportato sotto ha spiegato come una perdita di equilibrio fra citochine infiammatorie ed inibitori delle stesse (cAMP), possa causare la psoriasi nei soggetti predisposti; ma, a sbilanciare l’equilibrio, non sono fattori esterni, ma un enzima definito Fosfodiesterasi (PDE4) che normalmente svolge un meccanismo di difesa, ma che può anche inattivare le sostanze antinfiammatorie quando lavora di continuo, distruggendo il cAMP e generando i sintomi della psoriasi.

Artrite psoriasica

L’artrite psoriasica è una malattia infiammatoria cronica a carico delle articolazioni di soggetti affetti da psoriasi o con familiari interessati da questa malattia. La maggior parte delle persone sviluppa prima la psoriasi e poi l’artrite ma può anche avvenire il contrario. Si manifesta con dolore, gonfiore e rigidità delle articolazioni.

Che cos’è invece l’artrite psoriasica?

L’artrite psoriasica è una malattia infiammatoria cronica che colpisce prevalentemente le articolazioni in soggetti che presentano segni della psoriasi o che hanno sorelle/fratelli, padre/madre o figli con questa malattia. La maggior parte delle persone sviluppa prima la psoriasi e in seguito l’artrite, ma in alcuni casi può accadere il contrario. La malattia colpisce più frequentemente tra i 30 e i 50 anni e in ugual modo donne e uomini.

Quali sono le cause dell’artrite psoriasica?

Non si conosce ancora la causa dell’artrite psoriasica, ma si sa che si verifica quando il sistema immunitario attacca cellule normali dell’organismo, provocando infiammazione delle articolazioni e produzione eccessiva di cellule della pelle. Non si conoscono i motivi che causano la reazione del sistema immunitario contro cellule normali, ma si ipotizza che fattori genetici e ambientali, come alcune infezioni, giochino un ruolo in persone predisposte.

Quali sono i sintomi dell’artrite psoriasica?

I sintomi tipici dell’artrite psoriasica sono dolore, gonfiore e rigidità delle articolazioni. Le articolazioni più colpite sono quelle delle mani e della colonna vertebrale. I sintomi possono essere lievi o gravi e, come nella psoriasi, possono alternarsi a periodi di remissione, in cui l’artrite si risolve spontaneamente. Le manifestazioni cliniche e le modalità di presentazione dell’artrite psoriasica possono essere estremamente varie: in alcuni casi il dolore, il gonfiore e la rigidità delle articolazioni (indicata come stiffness) possono essere simmetrici, cioè da entrambe le parti del corpo, sembrando così più simili ai sintomi dell’artrite reumatoide, ma nella maggior parte dei casi le manifestazioni più tipiche sono:

  • dolore e gonfiore alle dita delle mani e dei piedi, con un aspetto a salsicciotto (dattilite);
  • dolore e infiammazione nel punto in cui i tendini e i legamenti si connettono all’osso (entesite): le sedi più frequentemente interessate sono il tallone (tendinite Achillea) o la pianta del piede (fascite plantare).
  • dolore lombare con carattere infiammatorio o dolore gluteo correlati alla comparsa di un’infiammazione delle articolazioni tra le vertebre (spondilite) e delle articolazioni sacroiliache (sacroilieite).

Sia la psoriasi sia l’artrite psoriasica sono malattie croniche in cui si alternano periodi in cui i sintomi peggiorano (flare) e periodi in cui invece la malattia è in remissione.
L’artrite psoriasica può inoltre coinvolgere altri organi del corpo, come occhi, cuore, polmoni e reni.

Rimedi alimentari

Per trattare la psoriasi e l’artrite psoriasica è spesso usata soltanto la terapia farmacologica, trascurando quella alimentare ed emotiva; infatti, come detto sopra, la patologia ha una forte influenza psicologica, quindi il primo passo sul quale agire è proprio il benessere psico-fisico della persona.

Inoltre, poichè si tratta di una patologia infiammatoria, bisognerà far ruotare nella dieta i cibi che infiammano l’organismo, dopo essersi sottoposti al test QuASA, per verificare le reattività alimentari. Per evitare che l’alimentazione possa peggiorare i sintomi della patologia, il consiglio è quello di variarla sempre, non mangiando sempre gli stessi alimenti, ma giocando in cucina con la fantasia.

Dott. Francesco Garritano

Riferimenti bibliografici:

  • Miriam Wittmann and Philip S. Helliwellcorresponding, Phosphodiesterase 4 Inhibition in the Treatment of Psoriasis, Psoriatic Arthritis and Other Chronic Inflammatory Diseases. Dermatol Ther (Heidelb). 2013 Jun; 3(1): 1–15.
Iscriviti al Canale YouTubeYouTube dott. Garritano
CI SONO SEMPRE NOVITA' CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Iscriviti e rimani aggiornato

Il Dott. Francesco Garritano riceve a Milano, Roma, Cinisello Balsamo, Cosenza, Bari, Taranto, Catanzaro, Vibo Valentia, Tropea, Napoli, Taurianova, Cetraro

Prenota la Tua Visita Nutrizionale Subito!

Prenota
Segui la Pagina FacebookFacebook dott. Garritano
div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container {background-image: url(https://www.francescogarritano.it/nutrizionista/wp-content/uploads/2017/05/garritano.jpg);background-size: cover;background-position: top center;background-attachment: initial;background-repeat: no-repeat;}#stuning-header div.page-title-inner {min-height: 650px;}