Quanto sono affidabili le “app salute” installate sullo smartphone?

Quanto sono affidabili le “app salute” installate sullo smartphone?

Mi ha ispirato uno studio pubblicato su Public Health Nutrition nella scrittura di questo mio articolo. Quanti di voi hanno installato una app in grado di “creare” una dieta? Queste sono affidabili?

Le varie app presenti negli store

Basta andare nella sezione “Benessere & Salute” dello store del vostro smartphone e vi ritroverete di fronte a numerosissime app che vorrebbero fare il lavoro del professionista, ma non ci riescono.

Sono più o meno tutte strutturate allo stesso modo: una volta installate, chiedono all’utente il proprio obiettivo (dimagrimento, mantenimento) e la frequenza dell’attività svolta a settimana; in base a queste informazioni creano un programma di tot chilocalorie (ancora con queste calorie?) e consigliano un piano alimentare, altre invece lasciano libera scelta degli alimenti da inserire nella dieta, impostando un semaforo rosso quando si superano le calorie stabilite in quel giorno.

Adesso vi chiedo: che tipo di alimenti ci permette di inserire? Anche le merendine o le barrette “dietetiche”? Queste app, inoltre, considerano lo stato fisio-patologico del paziente? Riflettete!

Lo studio

Lo studio pubblicato su Public Health Nutrition è stato svolto con l’obiettivo di verificare l’affidabilità delle informazioni, le fonti di informazione utilizzate e l’opinione degli utenti delle app gratuite che contengono informazioni nutrizionali.

Si tratta di uno studio descrittivo, trasversale, in cui sono state valutate le app sull’alimentazione trovate nell’App Store di iPhone e sul Play Store per la piattaforma Android. Cosa hanno valutato? L’obiettivo dell’applicazione, l’affidabilità delle informazioni sulla composizione degli alimenti, l’affidabilità delle informazioni sul valore energetico del cibo, il calcolo dell’indice di massa corporea (BMI), le fonti consultate e, infine, l’opinione degli utenti.

Sono state valutate sedici app riscontrando che miravano principalmente a monitorare la dieta e l’attività fisica svolta dagli utenti. Inoltre, il 37,5% delle app calcolava il BMI dell’utente e il 62,5% delle app non menzionava la fonte delle informazioni sulla composizione degli alimenti. L’affidabilità delle informazioni sul valore energetico del cibo variava notevolmente tra le app, la percentuale più alta di informazioni corrette era del 57,1%.

In conclusione, lo studio ha dimostrato che le app valutate non sono utili per la guida nutrizionale perché la maggior parte di esse non si basa su fonti di informazione affidabili.

Riflessioni sulle app

Come ha dimostrato lo studio, l’affidabilità delle fonti era bassa, ma oltre a ciò vi ho posto degli interrogativi sopra per farvi riflettere.

Mettiamo il caso che scegliamo l’opzione 1200 kcal al giorno, ovvero una dieta ipocalorica che tende a rallentare il nostro metabolismo. A colazione inseriremo magari frollini non integrali con 1 tazza di latte, a pranzo un panino con prosciutto cotto e mozzarella, a cena pasta con carne ed un po’ di verdura. Ipotizziamo che con questi alimenti arriviamo a 1200 kcal e ci sentiremo soddisfatti, perché abbiamo mangiato proprio quanto ci suggeriva l’app.

Bene, anzi, male. Cosa abbiamo mangiato? Zuccheri, farine raffinate, latticini a gogo e non abbiamo rispettato la crononutrizione, mangiando di più a cena e molto ma molto meno a colazione.

Concludo dicendo che queste app possono essere utilizzate solo con una guida professionale, non per verificare la quantità di chilocalorie da assumere ogni giorno, ma per valutare la qualità nutrizionale degli alimenti che mettiamo nel piatto: ho creato il mio piatto tripartito? Ho inserito quantità proporzionate di carboidrati, proteine e fibre? Sono presenti zuccheri semplici? È questo il supporto che app come queste possono darci.

 

Dott. Francesco Garritano

 

Fonte bibliografica:

  • Vitória Negri Braz and Maria Helena Baena de Moraes Lopes. Evaluation of mobile applications related to nutrition. Public Health Nutrition, Published online: 08 May 2018

Ti potrebbero interessare anche questi articoli:

Iscriviti al Canale YouTubeYouTube dott. Garritano
CI SONO SEMPRE NOVITA' CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Iscriviti e rimani aggiornato

Leggi informativa

Il Dott. Francesco Garritano riceve a Milano, Roma, Cinisello Balsamo, Cosenza, Bari, Taranto, Catanzaro, Vibo Valentia, Tropea, Napoli, Taurianova, Cetraro, Catania

Prenota la Tua Visita Nutrizionale Subito!

Prenota
Segui la Pagina FacebookFacebook dott. Garritano

Notice: Undefined offset: 0 in /home/nutrizionista/public_html/nutrizionista/wp-content/themes/dfd-native/inc/loop/posts/post_single.php on line 279

Notice: Trying to get property of non-object in /home/nutrizionista/public_html/nutrizionista/wp-content/themes/dfd-native/inc/loop/posts/post_single.php on line 279
div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container {background-image: url(https://www.francescogarritano.it/nutrizionista/wp-content/uploads/2017/05/garritano.jpg);background-size: cover;background-position: top center;background-attachment: initial;background-repeat: no-repeat;}#stuning-header div.page-title-inner {min-height: 650px;}