Sale nascosto, diamo un’occhiate alle etichette

Sale nascosto, diamo un’occhiate alle etichette

 

Sale nascosto negli alimenti. Occhio alle etichette!

Negli ultimi anni è aumentata sensibilmente nelle persone la voglia di benessere e salute. La consapevolezza che mangiare alimenti sani sia di aiuto nel migliorare la qualità di vita è diventata una realtà. Sono diverse le attività commerciali e le industrie che fanno della produzione e commercializzazione di alimenti cosiddetti “salutari” un vero e proprio vanto. Ma è davvero così? Occhio alle etichette !

Stai attento al sale nascosto!

Un’indagine eseguita su circa 3000 etichette  nell’anno 2013-2014 ha dimostrato che alimenti normalmente con basse quantità di sale sono stati trattati e trasformati a livello industriale, acquisendone una maggiore quantità. Questo significa che c’è del sale nascosto negli alimenti. Salumi, insaccati, formaggi da sempre sappiamo che sono alimenti che contengono sale in concentrazioni spesso alte. Sono solo loro gli alimenti “inquisiti”? Siamo sicuri che gli snack che spesso mangiucchiamo davanti la tv ne siano privi? Olive, patatine, noccioline, pizzette, cracker, grissini, biscotti sono solo alcuni degli alimenti che contengono sale. Non dimentichiamoci poi dei fast food che basano il loro fatturato proprio su questo, dando sapore a del cibo. L’unico modo per accertare l’assenza di sale nascosto è dare un’occhiata alle etichette alimentari.

Scelte consapevoli per una buona salute.

Fare scelte alimentari consapevoli è il primo obiettivo per essere in salute e dimagrire. Preferire prodotti che contengono poco sale o che addirittura non ne contengono proprio significa ridurre il rischio di malattie cardiovascolari e ictus. La riduzione del sale è importante anche in gravidanza e nei pazienti che hanno problemi renali. Moderare il sale dentro e fuori casa diventa quindi indispensabile per non incorrere in problemi ben più gravi. Un modo per ridurre un eventuale sovraccarico e liberare l’organismo sarebbe quello di astenersi dal consumo di sale almeno una volta alla settimana. Impariamo a difenderci adottando un’alimentazione equilibrata e modificando il nostro stile di vita.

Responsabile studio Nutrilab

Dott. Francesco Garritano

autore2

 

 

 

 

 

 

 

Contattaci!

[vc_contact_form form_email=”francesco.garritano1976@gmail.com” form_name_field=”required” form_email_field=”required” form_phone_field=”required” button_type=”primary” button_outlined=”0″]

div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container {background-image: url(https://www.francescogarritano.it/nutrizionista/wp-content/uploads/2017/05/garritano.jpg);background-size: cover;background-position: top center;background-attachment: initial;background-repeat: no-repeat;}#stuning-header div.page-title-inner {min-height: 650px;}