Se smettere di fumare spesso porta ad ingrassare come ci può venire incontro l’alimentazione?

Se smettere di fumare spesso porta ad ingrassare come ci può venire incontro l’alimentazione?

 

Smettere di fumare: se fa ingrassare in che modo l’alimentazione può essere d’aiuto?

Smettere di fumare non è semplice, vediamo come l’alimentazione ed un corretto stile di vita ci può aiutare.

Tra le cattive abitudini quella del fumo occupa di sicuro uno dei primi posti; un vizio che si abbandona con non poche difficoltà e ripensamenti.

Smettere di fumare rappresenta un traguardo verso il benessere e la salute del corpo, una volta abbandonato il vizio si iniziano a notare tutta una serie di benefici che vanno da una pelle più luminosa a quelli che coinvolgono i polmoni e così via.

Smettere di fumare fa ingrassare?

Questa scelta così importante spesso è difficile da attuare anche perché sovente, come indiretta conseguenza c’è l’aumento di peso.

Quando si smette di fumare i sapori e gli odori diventano più intensi, si avvertono meglio ed il desiderio di fumare finisce per essere sostituito dal desiderio di cibo, ed ecco in agguato i chili di troppo.

Allora come rendere più facile lo smettere di fumare? L’alimentazione può aiutare?

Quando decidiamo di smettere di fumare anche l’alimentazione ed uno stile di vita diverso, possono venirci in aiuto.

Perché allora non iniziare con una costante e blanda attività fisica?

Abbinare una dieta sana all’attività fisica quotidiana, consigliata da un bravo personal trainer, può aiutare ad allentare tensioni e nervosismo che spesso vengono placati con l’utilizzo della sigaretta.

Facciamo colazione al mattino entro un’ora dal risveglio!

Non ci stancheremo mai di dirlo, la colazione è importantissima in quanto, se ricca e completa apporta i nutrienti necessari e fornisce senso di sazietà per buona parte della giornata.

Votarsi al non raffinato, quindi dire SI ai cibi integrali, consumare fibra ed evitare gli zuccheri semplici sono tutti accorgimenti che permettono di evitare i picchi insulinici, ipoglicemia reattiva e rispettivo senso di fame e ricerca di carboidrati subito dopo un pasto.

Una gestione dell’infiammazione da cibo può essere elemento da non trascurare, variare la dieta e consumare frutta e verdura freschi e di stagione permette il reintegro di preziose vitamine e minerali.

Prendetevi cura del vostro organismo, iniziate da un corretto stile di vita.

Responsabile Studio Nutrilab

Dott. F. Garritano

autore2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container {background-image: url(https://www.francescogarritano.it/nutrizionista/wp-content/uploads/2017/05/garritano.jpg);background-size: cover;background-position: top center;background-attachment: initial;background-repeat: no-repeat;}#stuning-header div.page-title-inner {min-height: 650px;}