Semi oleosi: tutti i benefici per la salute umana

Semi oleosi: tutti i benefici per la salute umana

 

 

Mangiare semi oleosi per il bene della nostra salute

Numerosi, di varie forme, di tutti i gusti e per ogni palato: sono i semi oleosi, la cosiddetta “frutta secca” da sgranocchiare con piacere perché ricchi di numerose sostanze benefiche per la nostra salute. Scopriamone di più.

La frutta secca è un tipo di alimento che racchiude un’ampia varietà di frutti presenti spesso sulle nostre tavole, soprattutto nel periodo delle feste natalizie.

Oggigiorno, nel mondo nutrizionistico la comune frutta secca è conosciuta come semi oleosi: specificare che mandorle, noci, arachidi, nocciole e quant’altro vengano chiamati semi oleosi, invece che frutta secca, sta nel fatto che questi non sono in realtà frutti essiccati, ma semi in grado di germogliare e di fornire olio.

I semi oleosi sono un concentrato di nutrienti e composti di elevato valore nutrizionale che varia per ogni tipo di seme.

Al loro interno proteine, acidi grassi, vitamine, minerali e fibra fanno dei semi oleosi degli alimenti naturali benefici e importanti per la salute dell’uomo.

Vediamo nel particolare i singoli semi oleosi e le loro caratteristiche nutrizionali

Le noci sono i semi oleosi con un alto contenuto di Omega-3, il maggiore rispetto agli altri semi.

Gli acidi grassi Omega-3 sono nutrienti fondamentali per ridurre e prevenire il rischio di malattie di tipo cardio-vascolare. Alle noci è da attribuire anche un alto potere anti-ossidante e un buon contenuto di aminoacidi quali l’arginina.

Le mandorle sono quei semi oleosi ricchi di proteine, acidi grassi Omega -3, vitamina E, vitamina B2, minerali come magnesio, rame e manganese e una buona dose di fibra alimentare.

L’olio di mandorle ricavato da questi semi è usato anche in cosmetica per combattere la pelle secca, le smagliature, i capelli aridi e per prevenire le ragadi al capezzolo durante l’allattamento.

Le nocciole, rispetto agli altri semi oleosi, presentano un elevato contenuto di vitamine B1, A, E, C e di fitosteroli; sono alimenti con potere antiossidante e rappresentano un valido aiuto per la prevenzione delle malattie cardiovascolari.

I pistacchi sono i semi oleosi con un eccellente potere antiossidante e alcalinizzante; contengono buone quantità di vitamina B6, rame e aminoacidi ramificati che ne fanno un alimento utile nell’attività motoria e sportiva.

Tra i semi oleosi si annoverano anche gli arachidi, che in realtà sono un legume; questi contengono un’ottima quantità di proteine con aminoacidi attivi sul tono dell’umore, come fenilalanina e triptofano, una buona parte di fibra insolubile, oltre a vitamina E, B3 (niacina), manganese e magnesio.

I pinoli sono i semi oleosi che contano su un maggior contenuto di proteine rispetto agli altri semi. Sono semi che prevengono le malattie cardio-vascolari perché contengono la più alta dose di arginina, aminoacido che oltre a regolare le attività neuronale e sessuale, partecipa alla produzione di ossido nitrico, molecola protettiva del sistema vascolare. Contengono poi una buona dose di acidi grassi Omega-3, vitamina B1 e minerali quali magnesio, fosforo, rame e manganese.

Tra i semi oleosi ritroviamo anche il sesamo con elevato potere antiossidante, buone quantità di Sali minerali (magnesio, calcio, ferro, fosforo, manganese, zinco e moltissimo rame) ed omega-3, i semi di girasole molto ricchi in magnesio e proteine con il più alto contenuto in aminoacidi ramificati e i semi di zucca con un’eccellente azione alcalinizzante e una buon’azione antiossidante, oltre ad un discreto contenuto di carboidrati e minerali quali ferro, fosforo, magnesio, manganese e rame.

Un po’ meno conosciuti sono poi i semi di lino che vantano la più alta dose di omega-3, ma che vanno assunti tritati per ottenere una migliore liberazione dei loro principi attivi, e i semi di chia ricchi in carboidrati non glicemici, fibra alimentare idrosolubile, acidi grassi polinsaturi e numerosi minerali.

I semi oleosi sono, quindi, prodotti naturali che vantano un elevato contenuto di molecole salutari, pertanto devono essere presenti nella nostra alimentazione quotidiana, e variati nella settimana.

In quanto naturali vanno assunti come tali e non salati e tostati, ma come madre natura ce li offre: solo così assicuriamo tutti i loro vantaggi per la nostra salute.

 

Dott. Francesco Garritano

Responsabile dello Studio Nutrilab

autore4

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Contattaci!

[vc_contact_form form_email=”francesco.garritano1976@gmail.com” form_name_field=”required” form_email_field=”required” form_phone_field=”required” button_type=”primary” button_outlined=”0″]

div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container {background-image: url(https://www.francescogarritano.it/nutrizionista/wp-content/uploads/2017/05/garritano.jpg);background-size: cover;background-position: top center;background-attachment: initial;background-repeat: no-repeat;}#stuning-header div.page-title-inner {min-height: 650px;}