Shopping bag al supermercato piena di alimenti salutari! E la passione per lo shopping aumenta!

Shopping bag al supermercato piena di alimenti salutari! E la passione per lo shopping aumenta!

 

Shopping, che passione! (Signori uomini, riguarda anche voi)

A chi non stuzzica l’idea di una uscita in centro con un po’ di godurioso shopping? Pacchetti e pacchettini coi nostri nuovi acquisti ben piegati ed incartati, che meraviglia!

Signori uomini, non state lì ad alzare gli occhi al cielo, vi ho visto mentre prestavate tutta la vostra attenzione alla scelta di tessuti e pellami e so bene che avete un occhio ben aperto sulla qualità. Certo, le vostre signore vi battono ancora di misura, ma insomma…

Passione per lo shopping sfrenata? Si ma anche per il cibo di qualità mi raccomando!

Bene, allora mi domando: com’è che accanto a tanta attenzione dedicata a ciò che dobbiamo mettere SUL corpo, spesso non corrisponda una cura altrettanto meticolosa nella scelta di ciò che invece metteremo NEL corpo?

Mi rendo conto che la spesa degli alimentari possa essere meno elettrizzante di una puntatina in boutique, ma è pur vero che sbagliare gli acquisti al supermercato può creare ben maggiori danni di un capo d’abbigliamento comprato con leggerezza.

Da impenitente curiosona quale sono, sbircio sempre di soppiatto i carrelli di chi mi precede o mi segue in fila alla cassa. E lì vedo, signori miei, veramente di tutto: il diciottenne con la sua merenda fatta di bevanda energetica e brioscina in busta, la signora attenta alla linea con lo yogurtinolight” e i biscotti senza zucchero (ma magari fatti con farina bianca, impastati di olio di palma e addolciti con dolcificante chimico), la mamma amorevole col carrello pieno “cereali” (sarebbe meglio definirli “zuccheri cerealizzati”) per la colazione dei suoi bambini e litri di latte parzialmente scremato, l’impiegato frettoloso col panino per il pranzo pieno di condimenti non identificati (e già me lo vedo, che stenta a tenere gli occhi aperti davanti al pc dopo pranzo…) e così via. E qui stiamo parlando di cibo che viene portato abitualmente alla bocca, non di sgarri occasionali, ahimè!

Shopping bag piena si ma di prodotti di qualità e salutari!

Considerando il pieno di cibi raffinati, conservati, gonfiati, dolcificati e variamente impoveriti di cui riempiamo regolarmente le dispense, c’è ancora da stupirsi se il numero di individui sovrappeso, allergici o intolleranti e delle vittime del famigerato burn-out sia in continua crescita?

Chissà come sono contenti i produttori di farmaci e integratori di vario genere, visto che il loro mercato, così, può andare alla grande!

Possibile che a nessuno venga in mente che in risposta alla spossatezza innaturale che accompagna le nostre giornate non dobbiamo correre ad acquistare l’ennesima pillolina pubblicizzata in tv o sulle riviste, ma prestare una maggiore attenzione a come riforniamo giorno per giorno il nostro organismo?

Scommetto che nessuno di voi metterebbe dell’olio bruciato nel motore della propria auto o della sabbia nel serbatoio della benzina. Perché allora accettare supinamente di ingurgitare quotidianamente cibi che compromettono l’efficienza di una macchina ben più importante, il nostro corpo? Il quale, per inciso, non ci viene sostituto alla fine del leasing con un modello più nuovo!

E quindi…?

Quindi, riscoprite il piacere dello shopping anche al supermercato o nel vostro negozio di fiducia! Spendete qualche minuto in più a leggere le etichette e a scegliere prodotti di qualità, lasciando sugli scaffali cibi dalle liste di ingredienti chilometriche e piene di misteriose sigle che iniziano con la “E”.

Fate mangiare a chi crede che i consumatori siano una massa di creduloni i vari pastoni sostitutivi, gli alimenti “light”, le zuppe in busta fatte di poco più che esaltatori di sapidità. Non nascondetevi dietro al comodo pretesto della mancanza di tempo: internet fornisce centinaia di ricette di piatti sani e nutrienti il cui tempo di preparazione è inferiore ai venti minuti.

Fatevi esploratori del gusto: con lo stesso spirito avventuriero con cui osate le nuove tendenze di moda, provate ad assaggiare cibi mai provati prima o cucinateli in modo diverso. Il cibo è un piacere, noi italiani lo abbiamo insegnato al mondo: perché diventare vittime della cattiva globalizzazione e disimpararlo?

Frutta e verdura biologiche, pesce, carne e prodotti caseari freschi, pasta, riso e pane integrale: ecco dove andare a cercare innanzitutto vitamine, minerali, acidi grassi essenziali, antiossidanti: non in una insipida pastiglietta! Maggiore sarà la qualità dei prodotti che riempiranno il nostro carrello, minore sarà la necessità di completare la spesa con un giro in farmacia. Così, col tempo risparmiate, avrete il tempo di provare quelle scarpe appena viste in vetrina…

 

Dott.ssa Tatiana Gaudimonte

Contattaci!

[vc_contact_form form_email=”francesco.garritano1976@gmail.com” form_name_field=”required” form_email_field=”required” form_phone_field=”required” button_type=”primary” button_outlined=”0″]

div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container {background-image: url(https://www.francescogarritano.it/nutrizionista/wp-content/uploads/2017/05/garritano.jpg);background-size: cover;background-position: top center;background-attachment: initial;background-repeat: no-repeat;}#stuning-header div.page-title-inner {min-height: 650px;}