Soia: i chicchi di soia aiutano il cuore? Scopriamo la soia contro cancro e infarto.

Soia: i chicchi di soia aiutano il cuore? Scopriamo la soia contro cancro e infarto.

 

Soia ultime news: chicchi di soia contro l’infarto ed il cancro… scopri la soia alleata del cuore!

Soia: secondo alcuni recenti studi i chicchi di soia sarebbero un prezioso alleato per il cuore. Scopriamo la soia contro l’infarto!

Dal mondo di “alimentazione e prevenzione” arrivano notizie positive sulla soia; sembrerebbe infatti che i chicchi di soia siano preziosi alleati contro cancro e infarto… scopriamo il perché!

A cosa dobbiamo il merito dei chicchi di soia? Perché può essere d’aiuto la soia contro cancro e infarto?

Il merito della soia sarebbe da ricercare nella componente tocoferolica dei chicchi; i tocoferoli, conosciuti anche con il nome generico di vitamina E, sono componenti vitaminici essenziali dall’enorme potere antiossidante.

In un articolo pubblicato sull’Agronomy Journal, i ricercatori della McGill University del Centre de Recherche sur les Grains e dell`Agriculture and Agri-Food Canada in Quebec spiegano che queste componenti potrebbero essere usate per lo sviluppo di alimenti funzionali con particolari proprietà terapeutiche; questo farebbe si che si abbia un valido aiuto nel trattamento preventivo dei disturbi cardiovascolari e di alcune forme tumorali.

Soia e salute del cuore andrebbero dunque a braccetto?

Gli studiosi hanno potuto osservare nei chicchi di soia, alte concentrazioni di alfa-tocoferolo e questo farebbe della soia un alleato per il cuore preziosissimo nonché confermerebbe l’azione di aiuto preventiva della soia sul cancro.

Rispetto ai tocoferoli, che sono α, β, γ e δ, la forma α è quella più potente e attiva, pensate pare che l’angina pectoris, ovvero il dolore toracico che si manifesta in seguito ad insufficiente apporto di sangue nei tessuti cardiaci, viene in alcuni casi trattata con successo con l’aiuto di alfa-tocoferolo.

Ovviamente le ricerche sulla soia e sui chicchi di soia procedono per identificare meglio sia il perché di questa fortuita concentrazione e sia per individuare un possibile utilizzo di quest’ultima per la creazione di alimenti funzionali.

Tutto ciò renderebbe ancora più stretta la relazione, che riguarda la prevenzione, tra soia e infarto e soia e cancro, fornendo un prezioso aiuto per la salute umana.

Dott. Francesco Garritano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container {background-image: url(https://www.francescogarritano.it/nutrizionista/wp-content/uploads/2017/05/garritano.jpg);background-size: cover;background-position: top center;background-attachment: initial;background-repeat: no-repeat;}#stuning-header div.page-title-inner {min-height: 650px;}