Vuoi mantenere la linea? Ci pensa dieta GIFT con il monopiatto!

Vuoi mantenere la linea? Ci pensa dieta GIFT con il monopiatto!

Mantenere la linea in estate è facile con il monopiatto GIFT!

Con il caldo la voglia di cucinare e di stare davanti ai fornelli diminuisce notevolmente e molto spesso si cade nel tranello dei cibi già pronti o preconfezionati ricchi di grassi e di calorie, mandando in fumo un intero anno di stile di vita corretto.

In estate, infatti, aumenta considerevolmente il consumo di bevande rinfrescanti o gelati che molto spesso sono ricchi di zuccheri, oppure se si ha la possibilità di trascorrere le vacanze fuori casa non sempre si riesce a trovare un hotel che serva davvero cibi sani, inoltre si ha più tempo da condividere con parenti e amici a pranzo o a cena o anche per un semplice aperitivo, tutte occasioni in cui trasgredire diventa molto facile.

Mantenere la linea? Ci pensa dieta GIFT

Con il metodo dieta Gift però è molto più semplice mantenere la forma fisica anche durante la bella stagione grazie a ricette fresche e sane che terranno lontana ogni cattiva tentazione.

Prima di tutto, è necessario cercare di sfruttare gli “alleati” della dieta in estate, a cominciare da una varietà infinita di frutta e verdura fresche ricche di acqua e di fibre e con un contenuto calorico bassissimo, che mangeremo preferibilmente crude per mantenere l’apporto di vitamine e minerali quanto più possibile inalterato; sono consigliati piatti freddi come ad esempio le insalate di cereali integrali, che possono essere consumate come piatto unico se si uniscono una fonte proteica e delle verdure crude; inoltre con l’allungamento delle giornate, si ha più tempo da dedicare all’attività fisica, alle lunghe camminate, ma anche al riposo psicofisico e al recupero delle energie.

Monopiatto GIFT

Mangiare seguendo dieta GIFT è facile e divertente, oltre che sano, anche grazie al famoso monopiatto; per realizzarlo basterà immaginare sul piatto una grande Y che lo dividerà in tre settori uguali tra loro. In ogni settore metteremo una fonte di nutrienti diversa in modo tale da avere una ripartizione degli alimenti equilibrata; nel primo settore metteremo la fonte proteica (carne, pesce, uova, semi oleosi, e meno frequentemente affettati o formaggi), nel secondo settore sarà presente, invece, la fonte di carboidrati (pasta, pane, riso rigorosamente integrali o patate), mentre nel terzo settore saranno presenti ortaggi o verdure a scelta. In questo modo si avrà una suddivisione volumetrica che ci risparmierà il quantitativo in grammi o il calcolo delle calorie!

Facendo alcuni esempi pratici sarà facile capire come mangiare sano anche nelle più torride giornate estive, mantenendo stabile il peso corporeo; l’importante è abbinare sempre le varie fonti di nutrienti, per il resto si può dare libero sfogo alla fantasia; uno dei piatti che consiglio sempre è un’insalatona mista da consumare come pasto unico, all’interno metteremo una fonte proteica (mozzarella o fiocchi di latte, uovo sodo, tonno o salmone, noci e pinoli, pezzetti di pollo o prosciutto cotto) con l’aggiunta di un carboidrato a scelta (una patata, del pane o una porzione di riso integrale), il tutto accompagnato da verdura fresca a scelta.

Alcuni esempi per il pranzo sono: bresaola con rucola e scaglie di parmigiano aggiungendo due fette di pane integrale come fonte di carboidrati e una coppetta di fiocchi latte e frutti di bosco; oppure insalata caprese mozzarella e pomodori con del pane integrale e della frutta; o ancora insalata di mare con verdure e un piccolo panino o due fette di pane integrale; un’alternativa valida può essere rappresentata anche dall’insalata di pollo in cui metteremo del pollo grigliato con patate lesse e verdura mista; o dalla pasta di mare preparata con pasta integrale, frutti di mare e verdure miste.

Per la cena invece si potrebbe optare per un’insalata di mare con del polpo accompagnato da verdure miste (ad esempio lattuga e carotine), oppure degli involtini allo speck con spinaci o altre verdure, o ancora un misto di lattuga e carote con due uova sode all’interno e così via.

La cosa importante è prestare attenzione alle quantità in modo che siano sempre equilibrate tra la varie fonti di nutrienti, per non sbilanciare la dieta verso il consumo di carboidrati o proteine, per questo è utile suddividere il piatto in tre parti uguali; le quantità sono omesse sia perché il calcolo delle calorie non rientra tra le priorità di dieta GIFT, sia perché ciascun soggetto dovrà trovare il proprio equilibrio attraverso il corretto ripristino del segnale metabolico leptinico all’ipotalamo. Un buon metodo è quello di valutare il senso di fame: se tra un pasto e l’altro ci si sente affamati vuol dire che c’è stato un errore nel pasto e quindi bisogna capire lo sbaglio e correggerlo.

Per la preparazione dei piatti inoltre è utile seguire delle regole generali: consumare frutta e verdura di stagione, possibilmente di provenienza biologica e a chilometro zero, preferire la frutta con la buccia e semi dopo un’adeguata pulizia, vanno bene anche le spremute o i centrifugati; inoltre è buona abitudine consumare la frutta prima di un pasto in quanto stimola il sistema immunitario.

Per quanto riguarda i farinacei scegliere sempre quelli integrali, oltre al frumento si può consumare anche segale, orzo, riso e tantissime altre varietà, evitare invece le farine raffinate che hanno un indice glicemico molto più elevato (innalzano la glicemia velocemente) e sono state eliminate le componenti più ricche e sane (come vitamine e minerali); consumare il meno possibile i dolci o anche i dolcificanti, bollino rosso anche per ghiaccioli e granite che sono composti principalmente da acqua e zucchero, preferire invece biscotti integrali, miele, gallette integrali e marmellate senza zuccheri o dolcificanti aggiunti.

Inoltre i carboidrati andrebbero sempre associati ad un  alimento proteico in modo da bilanciare il rialzo glicemico, ad esempio possono essere consumati con della frutta secca; come bevande preferire anche questa volta quelle senza zuccheri o dolcificanti (tè, caffè, spremute fresche etc.), evitando invece bevande gassate, tè pronti, succhi di frutta e bevande light (che contengono dolcificanti), no ai superalcolici, mentre vino e birra sono permessi con moderazione.

La carne e il pesce devono essere preferiti freschi rispetto a quelli surgelati e possibilmente di provenienza italiana; da preferire la cottura in padelle antiaderenti, al vapore o al forno, condire con olio extravergine di oliva a fine cottura, e aromatizzare con limone, aceto, peperoncino, curry, salvia, rosmarino e altre spezie; limitare il consumo di carni conservate con nitriti e nitrati, ma anche wurstel, cibi precotti e zamponi.

Insomma una volta imparate queste semplici regole sarà davvero facile divertirsi a preparare gustosi piatti sempre diversi, che sono belli e colorati da vedere ma che soprattutto fanno bene alla salute; così mangiare sano non sarà più un sacrificio ma sarà una scelta quotidiana!

 

Dott. Francesco Garritano

Iscriviti al Canale YouTubeYouTube dott. Garritano
CI SONO SEMPRE NOVITA' CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Iscriviti e rimani aggiornato

Leggi informativa

Il Dott. Francesco Garritano riceve a Milano, Roma, Cinisello Balsamo, Cosenza, Bari, Taranto, Catanzaro, Vibo Valentia, Tropea, Napoli, Taurianova, Cetraro

Prenota la Tua Visita Nutrizionale Subito!

Prenota
Segui la Pagina FacebookFacebook dott. Garritano
div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container {background-image: url(https://www.francescogarritano.it/nutrizionista/wp-content/uploads/2017/05/garritano.jpg);background-size: cover;background-position: top center;background-attachment: initial;background-repeat: no-repeat;}#stuning-header div.page-title-inner {min-height: 650px;}