Zucchero e caffè un’abitudine che fa ingrassare? Ecco perché il caffè senza zucchero è la scelta migliore sia per il palato che per la linea!

Zucchero e caffè un’abitudine che fa ingrassare? Ecco perché il caffè senza zucchero è la scelta migliore sia per il palato che per la linea!

 

Caffè senza zucchero o zucchero e caffè? Lasciamo nella bustina lo zucchero che fa ingrassare, ne gioveranno palato e linea!

Zucchero e caffè pericolo per la linea! Vediamo se la scelta migliore è davvero quella del caffè senza zucchero e perché lo zucchero fa ingrassare.

Una delle tentazioni più forti per pazienti e non, è quella degli usuali caffè giornalieri rigorosamente conditi da una, spesso abbondante, dose di zucchero; è per questo che l’espressione “prendo una tazzina di caffè” diventa nella realtà “prendo dello zucchero con caffè” abituando il palato ad un gusto alterato nonché distorto del vero aroma!

Che lo zucchero faccia ingrassare è ormai noto e numerosi sono gli studi che lo correlano alla proliferazione di numerose forme tumorali; spesso non facciamo caso che anche quella tazzina presa quotidianamente, di caffè con zucchero fa ingrassare e che quel cucchiaino di zucchero può provocare alterazioni  a livello glicemico e non solo.

Quale alternativa? Caffè senza zucchero e la linea ringrazia!

Il corpo in realtà verso metà mattina, è pronto per mettere in atto il tentativo di lipolisi e mobilizzazione dei grassi, per spingere quindi la macchina del nostro organismo verso la strada del dimagrimento; una pausa caffè dolcificata blocca questo processo e la linea ne risente.

E’ anche vero che la frase più frequente all’affermazione “Deve imparare a gustare il caffè senza zucchero!” risulta essere “Il caffè senza zucchero? Oh mio Dio proprio non mi piace!”. E così diventano diversi i tentativi di far capire ai pazienti che il vero caffè si gusta amaro, che lo zucchero fa ingrassare, che zucchero raffinato significa picchi insulinici e quindi stoccaggio di grasso, e che lo zucchero chiama zucchero e quindi sentiremo il bisogno i bere altro “zucchero e caffè”.

Se ci serve una pausa nutriente prendiamocela pure ma che sia composta da frutta, spremute ed una buona dose di relax imparando al contempo a distinguere se si tratta veramente di voglia di caffè o richiamo di zucchero.

Il discorso “zucchero” non vale solo per il caffè!

Sembra superfluo dire che il discorso vale sia per zucchero e caffè, sia per qualsiasi altra bevanda alla quale viene aggiunta zucchero; il tè, gli aperitivi (alcolici o analcolici che siano) zuccherati presentano lo stesso fattore squilibrante la calma insulinica, per non parlare poi delle farine raffinate che oggi compongono la maggior parte dei prodotti da forno (biscotti, snack ecc.) che troviamo nei supermercati.

Per esempio ad uno degli snack più gettonati soprattutto in estate, ovvero il gelato industriale composto per lo più da grassi saturi e zuccheri vari, preferiamo un gelato fatto in casa con yogurt, uova, latte, miele ed aromi freschi a piacere, mentre ai carboidrati raffinati preferiamo assolutamente quelli integrali.

Sempre più spesso nei supermercati troviamo scelte non solo integrali ma anche bio e senza zuccheri aggiunti, dunque sfruttiamo ciò che la natura ci offre senza rinunciare al piacere di una energica pausa caffè senza zucchero o di uno spuntino preparato con frutta fresca.

Dott. Francesco Garritano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container {background-image: url(https://www.francescogarritano.it/nutrizionista/wp-content/uploads/2017/05/garritano.jpg);background-size: cover;background-position: top center;background-attachment: initial;background-repeat: no-repeat;}#stuning-header div.page-title-inner {min-height: 650px;}