Leptino-resistenza e obesità: come combatterle con dietaGIFT

Leptino-resistenza e obesità: come combatterle con dietaGIFT

 

 

La dieta di segnale per contrastare la leptino-resistenza e l’obesità

L’obesità come causa di leptino-resistenza e dietaGIFT come strumento per ripristinare il segnale alterato della leptina. Vediamo come.

La leptina è un ormone chiave nel controllo del peso, ma in particolare nella regolazione della massa grassa.

Si tratta di un ormone prodotto dal tessuto adiposo che porta il segnale di sazietà a livello dell’ipotalamo, dove la leptina segnala anche lo stato energetico del nostro corpo.

Se siamo in normocaloricità, ossia se il nostro organismo dispone di una buona dose energetica ricavata dall’alimentazione, l’ipotalamo risponde con la modalità “consumo” ossia attiva gli assi ipotalamici della tiroide, del controllo dello stress, degli ormoni sessuali e dell’ormone della crescita; inoltre attiva il metabolismo così da consumare energia e quindi dimagrire.

Situazione inversa e opposta si verifica con una carenza di leptina: l’ipotalamo si pone in modalità “accumulo” abbassando il metabolismo e non attivando gli assi centrali ad esso legati; le conseguenze saranno aumento di peso, corpo flaccido e disfunzioni ormonali varie.

Vi è poi un’altra condizione, quella in cui la persona obesa ha dei livelli di leptina elevati, che in teoria dovrebbero segnalare all’ipotalamo una buona disponibilità energetica ed attivare il metabolismo, o comunque, essendo questo l’ormone della sazietà dovrebbe ridurre il senso di fame.

Ciò che accade è invece il contrario: pur essendo alti i livelli di leptina, questi non sono capaci di trasmettere un segnale a livello ipotalamico.

Tale situazione è detta leptino-resistenza.

A causare la resistenza alla leptina è l’accumulo di grasso nel corpo dovuto spesso ad un eccessivo introito calorico soprattutto a base di grassi; la leptina nel sangue è presente in elevate concentrazioni ma il segnale a livello centrale è alterato o inesistente, pertanto il senso di fame è sempre constante e l’accumulo di ulteriore grasso sempre continuo.

C’è da precisare quindi che la leptino-resistenza non è la causa dell’obesità, piuttosto è l’obesità a causare leptino-resistenza.

Come intervenire?

La dieta di segnale, a differenza di diete ipocaloriche e restrittive, è completamente in grado di ripristinare una condizione di leptino-resistenza mediante una correzione dello stile di vita.

La prima regola è sicuramente la pratica costante di attività fisica in grado di migliorare la sensibilità alla leptina. Si consiglia di praticare un’attività di media intensità e media durata.

A tavola invece l’alimentazione sana e pulita è fondamentale: la dieta deve essere normocalorica e apportare la giusta quota di proteine durante il giorno, che accoppiate a fibra, e quindi frutta e verdura, (in grado tra l’altro di ridurre l’infiammazione) e carboidrati integrali rappresentano il piatto tripartito proposto da dieta GIFT che in poche settimane mira alla riduzione della sola massa grassa con recupero della sensibilità alla leptina.

La dieta di segnale ha come obiettivo il ripristino del corretto funzionamento dei segnali nel nostro corpo, e in questo caso della leptina. In questo modo l’organismo riprenderà ad avvertire il corretto senso di fame e sazietà e l’ipotalamo riprenderà la sua modalità “consumo” che ci farà dimagrire correttamente e tonificare allo stesso tempo con l’assunzione giusta di proteine e la pratica di attività fisica.

E la leptino-resistenza sarà solo un vago ricordo lontano.

 

Dott. Francesco Garritano

Responsabile dello Studio Nutrilab

autore4

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Contattaci!

[vc_contact_form form_email=”francesco.garritano1976@gmail.com” form_name_field=”required” form_email_field=”required” form_phone_field=”required” button_type=”primary” button_outlined=”0″]

div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container {background-image: url(https://www.francescogarritano.it/nutrizionista/wp-content/uploads/2017/05/garritano.jpg);background-size: cover;background-position: top center;background-attachment: initial;background-repeat: no-repeat;}#stuning-header div.page-title-inner {min-height: 650px;}