01.
CHE COS'E'
LA SCLEROSI MULTIPLA?
Leggi...
02.
SINTOMI E SEGNI
DELLA SCLEROSI MULTIPLA
Leggi...
03.
CRITERI DIAGNOSTICI
DELLA SCLEROSI MULTIPLA
Leggi...
04.
SCLEROSI MULTIPLA
ED ALIMENTAZIONE
Leggi...
05.
SCLEROSI MULTIPLA
ED INTEGRATORI
Leggi...
06.
PRENOTA LA
TUA VISITA
Leggi...

1. Che cosa è la Sclerosi Multipla ?

La sclerosi multipla è una malattia neurodegenerativa demielinizzante, ovvero con lesioni che interessano il sistema nervoso centrale. Per molti anni è stata considerata una malattia della sostanza bianca del sistema nervoso centrale, ma in seguito si è avuta evidenza anche di un coinvolgimento della sostanza grigia.

Per sostanza o materia grigia s’intende l’insieme dei corpi dei neuroni presenti nel SNC. La differenza a livello anatomico che contraddistingue queste due sostanze è proprio a livello della composizione stessa: la sostanza grigia, a differenza della sostanza bianca, contiene neuroni privi di mielina.

Nella sclerosi multipla possono riscontrarsi sia un danno e sia una perdita di mielina in più aree (ecco perché si dice «multipla») del sistema nervoso centrale. Numerose evidenze sia cliniche che sperimentali indicano che alla base della sclerosi multipla vi è una reazione del sistema immunitario (https://www.francescogarritano.it/nutrizionista/malattie-autoimmuni-un-orizzonte-ormai-non-troppo-lontano/ ) che scatena un attacco contro la mielina. Il suddetto attacco autoimmune si manifesta con  un processo infiammatorio che colpisce aree circoscritte del sistema nervoso centrale e provoca la distruzione della mielina e delle cellule specializzate, gli oligodendrociti, che la producono.)

Alla base della sclerosi multipla vi è un processo di demielinizzazione, in cui le aree del tessuto nervoso in cui si va a perdere la mielina si presentano con delle vere e proprie lesioni, le quali sono dette anche “placche”, in cui assumono caratteristiche simili a cicatrici, da cui deriva il termine «sclerosi», e possono essere disseminate ovunque negli emisferi cerebrali, con predilezione per i nervi ottici, il cervelletto e il midollo spinale. Oltre alla demielinizzazione, il segno distintivo patologico della malattia è l‘infiammazione (https://www.francescogarritano.it/nutrizionista/quando-il-sistema-immunitario-impazzisce-a-causa-dellinfiammazione/ ). infatti, tale processo infiammatorio è causato dalle cellule T, una tipologia di linfociti, cellule che svolgono un ruolo importante nelle difese dell’organismo. Nella sclerosi multipla, le cellule T entrano nel cervello attraverso interruzioni della barriera emato-encefalica. Le cellule T riconoscono la mielina come estranea e vanno ad interagire con essa, innescando processi infiammatori e stimolando il rilascio di altri componenti del sistema immunitario, come le citochine infiammatorie e gli anticorpi. La loro presenza provoca, nella barriera emato-encefalica, una serie di altri effetti dannosi quali edema, attivazione di macrofagi e attivazione di ulteriori citochine e proteine citotossiche.

Nel mondo si contano circa 2,5-3 milioni di persone con la sclerosi multipla. La SM può esordire a ogni età della vita, ma è diagnosticata per lo più tra i 20 e i 40 anni e nelle donne, che risultano colpite in numero doppio rispetto agli uomini. Per frequenza è la seconda malattia neurologica nel giovane adulto e la prima di tipo infiammatorio cronico.

La causa o meglio le cause sono ancora in parte sconosciute, tuttavia le evidenze scientifiche indicano che la malattia origina da una combinazione di fattori ambientali e fattori genetici, pertanto la sclerosi multipla appartiene al gruppo delle malattie multifattoriali, patologie complesse la cui natura è legata a questa doppia componente. Si ipotizza che la diminuzione della produzione e dell’assunzione di vitamina D (https://www.francescogarritano.it/nutrizionista/vitamina-ormone-oggi-parliamo-della-vitamina-d/ ) possa spiegare il rischio più elevato di contrarre la sclerosi multipla. Infatti, la distribuzione della malattia è più diffusa nelle zone in cui non si ha una buona esposizione solare. Inoltre, uno studio del 2015 ha associato la malattia al virus Epstein-Barr (https://www.francescogarritano.it/nutrizionista/patologie-autoimmuni-cause-rimedi/ ): la sua riattivazione all’interno del sistema nervoso centrale potrebbe essere la causa dello sviluppo della sclerosi multipla.

La sclerosi multipla è complessa e imprevedibile, ma non riduce l’aspettativa di vita, tuttavia si può intervenire in maniera soddisfacente con un trattamento mirato sulla pratica motoria, sullo stile di vita e sulla nutrizione, oltre che con la cura farmacologica per alcuni sintomi.

Image module

Clicca sull’icona per chiarire i tuoi dubbi sulle patologie tiroidee, scrivendo un post sul gruppo.

Iscriviti al Canale YouTubeYouTube dott. Garritano
CI SONO SEMPRE NOVITA' CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Iscriviti e rimani aggiornato

Leggi informativa

Il Dott. Francesco Garritano riceve a Milano, Roma, Cinisello Balsamo, Cosenza, Bari, Taranto, Catanzaro, Vibo Valentia, Tropea, Napoli, Taurianova, Cetraro, Messina

Prenota la Tua Visita Nutrizionale Subito!

Prenota
Segui la Pagina FacebookFacebook dott. Garritano