01.
CHE COS'E'
LA SCLEROSI MULTIPLA?
Leggi...
02.
SINTOMI E SEGNI
DELLA SCLEROSI MULTIPLA
Leggi...
03.
CRITERI DIAGNOSTICI
DELLA SCLEROSI MULTIPLA
Leggi...
04.
SCLEROSI MULTIPLA
ED ALIMENTAZIONE
Leggi...
05.
SCLEROSI MULTIPLA
ED INTEGRATORI
Leggi...
06.
PRENOTA LA
TUA VISITA
Leggi...

5. Sclerosi Multipla ed integratori

Quando si parla di trattamento della sclerosi multipla, il primo pensiero va ai farmaci: ci sono differenti tipologie di farmaci indicati per questa malattia, ma per lo più essi vanno a gestire una componente della sintomatologia a valle del problema, quindi non rappresentano una soluzione definitiva. Questi ultimi dovrebbero cercare di modulare la possibilità di comparsa di nuovi attacchi della malattia e limitare l’aggressività della patologia.

Un’importante ruolo è stato rivalutato, in letteratura scientifica, a proposito dell’approccio dell’integrazione alimentare come supporto importante nel trattamento della malattia. E’ noto il ruolo dell’ossidazione e della perossidazione lipidica nel decorso fisio-patologico della sclerosi multipla, per cui sostanze immunomodulatorie e anche antiossidanti trovano un importante ruolo benefico come supporto positivo alla prognosi della patologia. Grande importanza ha la vitamina C che agisce a valle dell’infiammazione, ossia si limita a neutralizzare i radicali liberi prodotti dai globuli bianchi che attaccano “infiammando” la guaina mielinica. Inoltre, è importantissima la vitamina D, attivatore del recettore anti-infiammatorio VDR.

Tra gli integratori ricordiamo:

  • Supplemento con vitamina D (calciferolo): elevati livelli sono associati a un minor numero di ricadute patologiche;
  • Supplemento con ossigeno molecolare: essenziale per detossificare le cellule e l’organismo, permettere una migliore trasmissione dei segnali cellulari, un miglio metabolismo cellulare e abbassa il grado di infiammazione;
  • Supplemento di di curcuma: ha azione antiossidante e antinfiammatoria;
  • Supplemento di vitamine per sopperire le carenze vitaminiche;
  • Supplemento con acidi grassi polinsaturi essenziali (PUFA): importanti nella gestione dell’infiammazione;
  • Selenio: riduce i livelli di infiammazione e migliora il sistema immunitario;
  • Vitamina A: ha azione antiossidante e migliora la struttura esterna di cellule nervose;
  • Vitamina C: ha azione antiossidante;
  • Vitamina K2: migliora l’assorbimento della vitamina D;
  • Vitamina E o tocoferoli (o tocotrienoli): hanno azione anti-ossidante;
  • Supplemento con omega 3: svolgono un’azione antinfiammatoria;
  • Supplemento di 5 – HTP, per migliorare i livelli di serotonina, in deficit nei soggetti affetti da patologie autoimmuni;
  • Supplemento di oligoelementi: Se, Cu, Zn, Mn, Fe;
  • Supplemento di zinco: è in grado di frenare l’NF-KB e quindi frena l’infiammazione;
  • Supplemento di manganese e selenio: sono rispettivamente i cofattori degli enzimi anti-ossidanti SOD o superossido dismutasi, e glutatione perossidasi, per favorire la detossificazione cellulare.
  • Supplemento di vitamina B3: favorisce l’attivazione delle sirtuine e quindi delle PPAR-gamma. Inoltre le vitamine del gruppo B abbassano l’omocisteina.
Image module

Clicca sull’icona per chiarire i tuoi dubbi sulle patologie tiroidee, scrivendo un post sul gruppo.

Iscriviti al Canale YouTubeYouTube dott. Garritano
CI SONO SEMPRE NOVITA' CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Iscriviti e rimani aggiornato

Leggi informativa

Il Dott. Francesco Garritano riceve a Milano, Roma, Cinisello Balsamo, Cosenza, Bari, Taranto, Catanzaro, Vibo Valentia, Tropea, Napoli, Taurianova, Cetraro, Messina

Prenota la Tua Visita Nutrizionale Subito!

Prenota
Segui la Pagina FacebookFacebook dott. Garritano