fbpx

Come avere la pancia piatta in poco tempo e seguendo alcune semplici regole

Come avere la pancia piatta in poco tempo e seguendo alcune semplici regole

L’arrivo della stagione calda e il desiderio di andare al mare è un argomento sempre più vivo in questo periodo, e molti tra noi sicuramente si chiedono come fare per avere la pancia piatta ed essere impeccabili in vista della prova costume. Come fare? Ecco alcuni accorgimenti importanti da considerare: buona lettura!

Il desiderio della pancia piatta

“Come eliminare quel grasso di troppo al girovita, come fare per snellire la pancia e i fianchi? Resta poco tempo oramai!” – è sicuramente tra le affermazioni che si sentono maggiormente in questo periodo tra le persone che vorrebbero fare qualcosa per sentirsi più in forma in vista della stagione calda.
Ci sono dei consigli molto importanti da seguire, per iniziare a praticare uno stile di vita corretto: una cosa però voglio dirvi innanzitutto, ovvero che per ottenere risultati duraturi ed importanti è necessario applicare costanza, perseveranza, rispettare il proprio corpo e considerare le buone abitudini non come un sacrificio, ma come uno stile di vita che porta a benefici importanti, sia da un punto di vista interiore che esteriore!
Vediamo insieme quali sono questi importanti consigli.

Pancia piatta e consigli utili

 

Cosa, come e quando bere!

Se vuoi eliminare la pancia dimentica bevande gassate, zuccherate ed alcoliche; queste ultime infatti non fanno altro che aumentare il gonfiore addominale nonché il grasso viscerale dovuto ad una possibile resistenza insulinica  favorita dalla continua assunzione di zuccheri a rapido assorbimento contenuto nella maggior parte delle bibite che consumiamo.  Invece cerca di bere acqua per tutto l’arco della giornata, ben distribuita dal risveglio fino alla sera, e se non riesci a bere a sufficienza cerca di integrare bevande dissetanti come estratti o centrifugati di frutta fresca di stagione, di agrumi, o tisane.

Mastica lentamente

Nessuno ci pensa mai ma la masticazione riveste un ruolo importantissimo nel dimagrimento. Se mastichi lentamente infatti non solo permetti una più funzionale digestione dei cibi ma attivi dei meccanismi intrinseci al tuo organismo che ti permettono di dimagrire. Inoltre, in questo modo si evita l’irritabilità intestinale causata dalla cattiva digestione dei cibi che vengono riconosciuti come corpi estranei dall’intestino.

Evita fritture

Invece di friggere qualsiasi cosa commestibile che trovi in cucina cerca di preferire una cottura più leggera, al forno o al vapore e vedrai che oltre a sentirti più leggero apprezzerai molto di più anche il vero sapore dei cibi.

Varia la tua alimentazione

Cambia spesso tipologia di cibi nell’arco della settimana, variando i carboidrati tra cereali, legumi, tuberi, e tanto altro., le fonti proteiche tra uova, pesce, carne, latticini occasionalmente, e varia tanto i colori della verdura e della frutta, che devono abbondare!

Riduci i lievitati e la frutta dopo i pasti

Lo so che sei abituato ad accompagnare le varie pietanze con del pane ma se provassi una soluzione alternativa da adattare al tuo companatico magari a rotazione potresti trarre enormi benefici; al supermercato puoi infatti trovare dei sostituti del pane quali gallette di riso integrale, di grano saraceno, di quinoa, amaranto, ecc., le quali possono fornire una valida alternativa a tavola. Prova inoltre ad evitare la frutta dopo i pasti principali ma impara a consumarla mezz’oretta prima o lontano dai pasti; quest’ultima infatti potrebbe fermentare ed incrementare quel fastidioso senso di gonfiore addominale.

L’attività fisica per un fisico perfetto!

Parti con l’attività fisica. L’attività fisica è l’ultimo punto di questa lista ma forse il più importante, indispensabile se si vuole dimagrire in modo corretto; d’altronde non siamo fatti per stare fermi! Il grasso addominale è sensibile all’attività di tipo aerobico quale ad esempio la corsa, aggiungere a questo tipo di attività i temuti ma tanto utili esercizi per gli addominali è davvero un passo importante per eliminare la pancia. E allora ritagliamoci un po’ di tempo ogni giorno per l’allenamento e cerchiamo di mangiare in modo sano, variegato e più naturale possibile.

Rispetta la crononutrizione

Rispetta i ritmi cronobiologici dei pasti e delle tue abitudini quotidiane, che vanno dalla veglia mattutina fino al riposo serale, per permettere il corretto flusso degli ormoni e il corretto funzionamento degli assi metabolici; mangia inoltre in modo tale da assicurarti la sazietà giusta tale da arrivare senza la sensazione di fame fino al pasto successivo

Abbassa gli ormoni insulina e cortisolo:

Garantisci la stabilità glicemica ed insulinemica con lo stile di vita e l’alimentazione, affinché il tuo organismo possa mantenere uno stato di benessere. No a frenesia e a stress, importanti induttori esogeni di aumento dei livelli di cortisolo, ormone pro-infiammatorio.

Riposa bene!

Assicurati un buon sonno notturno in modo tale da permettere al tuo organismo di rigenerarsi, di ristabilire il corretto flusso degli ormoni durante la giornata. Il tono muscolare ne risentirà in maniera positiva, il controllo della gestione dello stress e della fame è assicurata, e ti sentirai meglio.

Dott. Francesco Garritano

Ti potrebbero interessare anche questi articoli:

Iscriviti al Canale YouTubeYouTube dott. Garritano
CI SONO SEMPRE NOVITA' CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Iscriviti e rimani aggiornato

Il Dott. Francesco Garritano riceve a Milano, Cinisello Balsamo, Bologna, Roma, Napoli, Bari, Taranto, Cosenza, Catanzaro, Tropea, Taurianova, Catania

Prenota la Tua Visita Nutrizionale Subito!

Prenota
Segui la Pagina FacebookFacebook dott. Garritano
div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container {background-image: url(https://www.francescogarritano.it/nutrizionista/wp-content/uploads/2017/05/garritano.jpg);background-size: cover;background-position: top center;background-attachment: initial;background-repeat: no-repeat;}#stuning-header div.page-title-inner {min-height: 650px;}#main-content .dfd-content-wrap {margin: 0px;} #main-content .dfd-content-wrap > article {padding: 0px;}@media only screen and (min-width: 1101px) {#layout.dfd-portfolio-loop > .row.full-width > .blog-section.no-sidebars,#layout.dfd-gallery-loop > .row.full-width > .blog-section.no-sidebars {padding: 0 0px;}#layout.dfd-portfolio-loop > .row.full-width > .blog-section.no-sidebars > #main-content > .dfd-content-wrap:first-child,#layout.dfd-gallery-loop > .row.full-width > .blog-section.no-sidebars > #main-content > .dfd-content-wrap:first-child {border-top: 0px solid transparent; border-bottom: 0px solid transparent;}#layout.dfd-portfolio-loop > .row.full-width #right-sidebar,#layout.dfd-gallery-loop > .row.full-width #right-sidebar {padding-top: 0px;padding-bottom: 0px;}#layout.dfd-portfolio-loop > .row.full-width > .blog-section.no-sidebars .sort-panel,#layout.dfd-gallery-loop > .row.full-width > .blog-section.no-sidebars .sort-panel {margin-left: -0px;margin-right: -0px;}}#layout .dfd-content-wrap.layout-side-image,#layout > .row.full-width .dfd-content-wrap.layout-side-image {margin-left: 0;margin-right: 0;}