Niente sensi di colpa dopo Natale se facciamo sport!

Niente sensi di colpa dopo Natale se facciamo sport!

Francesco Garritano Nutrizionista, home, sport, natale

Il Natale e le altre feste sono momenti che si trascorrono in famiglia, davanti al camino a scartare regali, tentati da fiumi di zuccheri; perché quando si descrivono questi attimii si ha l’impressione che il tutto sia statico? Il movimento deve essere costante anche durante le vacanze, per quale motivo nel periodo in cui siamo più flessibili a tavola, non pensiamo a fare sport per evitare che si presentino i famosi sensi di colpa post-feste?

Le giustificazioni

Nei mesi invernali stimolare le persone che vengono da me in studio a fare sport è più difficile rispetto agli altri periodi dell’anno, perché queste trovano giustificazioni assurde e poco concrete. “Dottore ma piove sempre, come faccio?!”, “Dottore ho il raffreddore da un mese e non mi passa più, non posso andare in palestra”, “Dottore sto aspettando che apra la palestra sotto casa mia, così non devo prendere freddo e posso fare sport”, infine, “Dottore a Natale non posso fare sport perché vengono tutti i miei parenti a casa e non posso lasciarli soli”. Tante, veramente tante giustificazioni che si danno per pigrizia e per mancanza di volontà, perché fondamentalmente un’ora di tempo per fare una passeggiata a passo svelto, una corsetta o esercizi in casa, rispetto alle 24 ore disponibili non è nulla, considerando il tempo libero dei giorni di festa.

Ciò che manca è lo stimolo, che spero vi verrà nel momento in cui leggerete questo articolo, perché se già il movimento è un ottimo strumento di prevenzione, durante l’inverno diventa ancora più potente. Infatti, se con le temperature più miti il nostro organismo è già riscaldato, durante il freddo dovrà fare uno sforzo maggiore consumando più calorie rispetto al solito, inoltre, il metabolismo basale subirà un’accelerazione, che ci consentirà di non avere sensi di colpa dopo aver assaggiato qualcosa che non avremmo dovuto provare.

Vi siete mai chiesti il perché quando facciamo attività fisica siamo più felici? Oltre a scaricare la tensione accumulata durante il giorno, quando ci muoviamo vengono liberate le endorfine, che hanno attività analgesica e fisiologica simile a quella della morfina e dell’oppio, inoltre, regalano il buonumore. Gli aspetti positivi del fare sport riguardano tutti i nostri sistemi ed apparati, soprattutto quello muscolare ed osseo, che vengono maggiormente utilizzati quando ci muoviamo, rafforzandosi e risultando un buon modo per prevenire l’osteoporosi.

Quale sport scegliere e come equipaggiarsi

Se quando pensiamo allo sport invernale ci vengono in mente solo le attività da poter fare sulla neve ci sbagliamo, perché chi ha veramente intenzione di muoversi può farlo in qualsiasi modo, sia a casa che fuori casa. A chi è più attivo e non ha paura del freddo consiglio di fare una corsetta all’aperto o delle camminate, anche per dare una spinta in più al metabolismo, ma se le giustificazioni che arrivano alle mie orecchie sono tante a causa delle temperature, i miei suggerimenti sono di iscriversi in palestra o, soluzione economica, di acquistare un tapis roulant o una cyclette da accoppiare ad esercizi a corpo libero in casa.

Chi decide di andare a correre però, dovrà stare attento all’abbigliamento, scegliendo quello adatto alla situazione. Sono da evitare le maglie di cotone poiché assorbono il sudore e l’umidità per cui si rischierebbe di correre per tutto il tempo bagnati, mentre i tessuti adatti sono quelli isolanti e traspiranti, in modo da far fuoriuscire il sudore e conservare il calore; poi se fa veramente molto freddo, durante i primi minuti potremmo indossare una maglia di pile, che toglieremmo dopo esserci riscaldati.

Solitamente quando si acquistano le scarpette da corsa, i meno esperti, preferiscono abbinarli alla tuta o agli accessori che useranno durante l’attività fisica, mentre si dovrebbero scegliere in base alle qualità tecniche, al terreno sul quale si corre, dovranno anche loro essere traspiranti, leggere ed impermeabili per evitare che i piedi possano bagnarsi, correndo tutto il tempo con il rischio di un bel raffreddore. Sarà importante anche coprire le zone più esposte al freddo, come la testa, il collo, le mani ed i piedi tramite guanti, cappello o fascia.

Durante la corsa non dimentichiamoci di bere, con il freddo non si avverte la sete, ma quando si corre si suda sia in inverno che in estate, rischiando di disidratarci; infine, facciamo un po’ di stretching prima di iniziare, in modo da riscaldare i muscoli ed evitare che si verifichino poi traumi muscolari.

Non è così difficile muoversi e non ammalarsi se si seguono i consigli che ho scritto, inoltre, sapere di poter eliminare le calorie in eccesso assunte durante le feste, muovendosi in modo costante e non perdendo il ritmo intrapreso nei mesi precedenti, sarà uno stimolo per allontanarvi dal camino e farvi indossare le scarpette da ginnastica.

Dott. Francesco Garritano

Iscriviti al Canale YouTubeYouTube dott. Garritano
CI SONO SEMPRE NOVITA' CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Iscriviti e rimani aggiornato

Leggi informativa

Il Dott. Francesco Garritano riceve a Milano, Roma, Cinisello Balsamo, Cosenza, Bari, Taranto, Catanzaro, Vibo Valentia, Tropea, Napoli, Taurianova, Cetraro

Prenota la Tua Visita Nutrizionale Subito!

Prenota
Segui la Pagina FacebookFacebook dott. Garritano
div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container {background-image: url(https://www.francescogarritano.it/nutrizionista/wp-content/uploads/2017/05/garritano.jpg);background-size: cover;background-position: top center;background-attachment: initial;background-repeat: no-repeat;}#stuning-header div.page-title-inner {min-height: 650px;}