fbpx

Ultimo giorno di festività… dopodiché: detossificare!

Ultimo giorno di festività… dopodiché: detossificare!

Francesco Garritano Nutrizionista, home, detossificare, detox

Le feste insieme alle continue tentazioni di dolci e veleni bianchi (come ne ho parlato nel mio libro “Disinfiammarsi mangiando” ) sono già terminate da un po’ di giorni, adesso è arrivato il momento di liberare il corpo dalle tossine e dal carico eccessivo di zucchero assunto. Come fare? Leggete l’articolo per saperne di più.

L’eccesso che fa male

Riprendendo la normale routine dopo le feste (è rimasta solamente l’Epifania oggi), sono diverse le persone che si accingono a ritornare sui propri passi e rimettersi in sesto con la dieta e lo stile di vita più sano. Ci sarà sicuramente l’ultimo sgarro a ridosso dell’ultima festa, quella più dolce (ma non per l’alimentazione)!

Le feste natalizie di questo millennio, a differenza di quelle di un tempo, sono diventate veramente eccessive, posso capire il preparare qualcosa di più sfizioso per presentarlo agli ospiti che abbiamo invitato a pranzo o cena, ma abbondare con le portate o aggiungere all’alimentazione cibi che avevamo evitato durante tutto l’anno, come zuccheri o farine raffinate, succede perché ci giustifichiamo con la frase “questi cibi ci sono solo una volta all’anno”. E meno male, direi, altrimenti sarebbe una tragedia per la nostra salute.

Ma come reagisce il nostro corpo quando mangiamo male? I nostri organi vanno “sotto stress” perché sottoposti ad un carico maggiore di cibo e gli organi emuntori, ovvero quelli deputati all’eliminazione di sostanze di rifiuto, come fegato, pelle, polmoni, reni e vasi linfatici sono sottoposti ad un lavoro maggiore. Gli zuccheri introdotti, anche quelli nascosti, hanno rotto la calma insulinica ed hanno causato diversi picchi insulinici, con conseguenti manifestazioni di ipoglicemia reattiva, generando infiammazione e, quindi, ritenzione idrica. La scarsità di frutta e verdura consumata avrà abbassato le difese antiossidanti, promuovendo lo stress ossidativo. Ma come faremo a detossificare il nostro organismo? Non starete pensando ora di fare una dieta ipocalorica per compensare gli errori… e sapete perché?

Se sono a dieta ingrasso… perché?

Ma cosa succede al nostro organismo quando non gli diamo abbastanza energia? L’ho già spiegato un po’ di volte. Questo va in modalità carestia, ovvero conserva l’energia nel tessuto adiposo (che in realtà vorremmo perdere) per proteggersi da lunghi periodi di carenze energetiche. Perciò rallenta il metabolismo e tutto ciò che mangiamo tende a depositarsi come fonte energetica per il futuro. Questo fenomeno si instaura quando il mangiar poco diventa cronico, infatti, seppur inizialmente si perde peso (attenzione peso, non è detto che sia grasso), dopo un po’ di mesi si verificherà questo stallo. Il problema non è tanto lo stare fermi allo stesso peso, ma le conseguenze che ne derivano, ovvero l’effetto yo-yo, che fa triplicare il peso appena si riprende a mangiare che aumenta il rischio cardiovascolare.

Inoltre, molto spesso chi segue una dieta fai da sé, ipocalorica, per tutto l’anno si nutre principalmente di carboidrati integrali, frutta e verdura, limitando molto i grassi. Ma sono poi così temibili? Perché si è creato il mito dei grassi quando in realtà a fare danni sono gli zuccheri? Ovviamente vanno limitati i grassi trans e saturi, ma l’alimentazione, come sempre, deve essere varia per cui deve prevedere anche questi nutrienti. È inutile andare al supermercato e comprare gli alimenti light, con lo 0% di grassi, perché al posto di questi temuti hanno aggiunto zuccheri, che hanno un’azione peggiore sull’organismo.

L’alimentazione giusta

Scegliere di cambiare stile di vita dopo le feste o di proseguire per raggiungere i propri obiettivi è ciò che bisognerebbe fare adesso; basta zuccheri, basta fritture, basta cibi da fast-food, poiché i nostri organi hanno bisogno di respirare, inoltre, avremo difficoltà a dimagrire se questi sono intasati da tossine. Oltre ad assumere cibi definiti “detox”, dovremmo proprio cambiare il modo di vedere l’alimentazione, non cullandoci sul fatto “è un dolcino, che sarà mai?!”, ma pensando che la bomba di zuccheri contenuti dallo stesso è in grado di far perdere l’equilibrio omeostatico dell’organismo, scatenando una risposta insulinica esagerata. Non basiamo il concetto di dieta sulle calorie, ma su ciò che succede all’organismo.

Dovremo iniziare a bere almeno 2 litri di acqua al giorno, seguire una dieta antinfiammatoria, antiossidante, costituita da cibi di qualità e possibilmente di provenienza biologica, eliminare i cibi raffinati consumando solo quelli integrali al 100%, ricchi di fibre, aumentare il consumo di frutta e verdura per il contenuto di vitamine, Sali minerali e antiossidanti e prediligere cibi che hanno una maggiore funzione depurativa, quali i carciofi, i limoni, le crucifere, la cicoria, il the verde, i semi di lino, il cardo mariano, le mele ed i finocchi, ad esempio.

Infine, elemento indispensabile per eliminare le scorie ed aumentare il benessere è l’attività fisica: il movimento deve diventare pratica quotidiana, come ho scritto nel precedente articolo pubblicato tempo fa poiché è considerato il farmaco gratuito in grado di prevenire e trattare differenti patologie. Se solo avessimo bruciato di più durante le feste, facendo costante attività fisica ogni mattina, anche gli organi emuntori avrebbero sofferto meno, spostando l’equilibrio non più verso l’accumulo, ma verso il consumo.

Cosa aspettate? È arrivata l’ora di ricominciare!

Dott. Francesco Garritano

Ti potrebbero interessare anche questi articoli:

Iscriviti al Canale YouTubeYouTube dott. Garritano
CI SONO SEMPRE NOVITA' CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Iscriviti e rimani aggiornato

Il Dott. Francesco Garritano riceve a Milano, Cinisello Balsamo, Bologna, Roma, Napoli, Bari, Taranto, Cosenza, Catanzaro, Tropea, Taurianova, Catania

Prenota la Tua Visita Nutrizionale Subito!

Prenota
Segui la Pagina FacebookFacebook dott. Garritano
div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container {background-image: url(https://www.francescogarritano.it/nutrizionista/wp-content/uploads/2017/05/garritano.jpg);background-size: cover;background-position: top center;background-attachment: initial;background-repeat: no-repeat;}#stuning-header div.page-title-inner {min-height: 650px;}